MENU
viaggi girolibero

Da corsista a meccanico di bici: la storia di Francesco

Bici, Bike shop, Bikelife • di 17 Gennaio 2019

Un adagio moderno dice che “il lavoro in passato lo dovevi trovare, oggi lo devi creare”. Nonostante questa affermazione, che è decisamente vera, possa avere un fondo di pessimismo, in realtà sa essere uno sprone per chi ha voglia di fare, di rimettersi in gioco e di crearsi una professionalità. La storia che vi raccontiamo è quella di Francesco Lorenzoni, ex impiegato in un’azienda tessile di Prato, che si ritrova dopo 24 a voler fare un salto e aprire la propria officina di bici.

Francesco nel 2018 ha frequentato il corso “Masterclass in meccanica ciclistica” nella nostra scuola di Monza, dopodiché ha scritto il suo business plan, ha fatto i conti e gli investimenti, ha acquistato l’attrezzatura e ha aperto la serranda della sua officina. Da poche settimane ha aperto il “Frankie Recycle” a Prato e noi vogliamo raccontarvi, con questa breve intervista, la sua storia, quella di un ragazzo che ha saputo crearsi una professionalità da zero, in tempi di crisi.

Vuoi aprire una officina o un negozio di bici? Non improvvisare! Iscriviti al Masterclass Bikeitalia: clicca qui!

Ciao Francesco, cosa facevi prima di avviare la tua attività?

Dal 1994 ho lavorato come operaio di aziende del settore tessile, dopo 24 anni alle dipendenze ho deciso di fare uno dei salti più grandi della mia vita: ho deciso di mettermi in proprio facendo il meccanico di biciclette.

Cosa ti ha spinto a lasciare questo lavoro per avviare la tua officina?

“Voglia di realizzare un sogno”. Mi sto mettendo in gioco con tutto me stesso: è un’avventura fatta di tanti problemi da risolvere, di tanta burocrazia da imparare a gestire ma spero anche di tanti clienti che entreranno nel negozio.

Perché, tra le molte possibilità del mondo di oggi, hai deciso di aggiustare le biciclette?

Dopo aver perso qualsiasi tipo di motivazione che mi spingeva a continuare con il vecchio lavoro, ho deciso di licenziarmi per cercare un altro impiego. La ricerca non ha portato a nulla, finché è sorto il desiderio di fare qualcosa di proprio che potesse piacermi. Da qui è nata l’idea di fare il meccanico di bici.

Iniziare a fare il meccanico di bici a Prato non è facile, il numero di officine di riparazione ciclo all’interno della città è già alto, ma le persone che vivono a Prato sono moltissime, i collegamenti ciclabili con Firenze sono in via di sviluppo e le persone che si spostano regolarmente in bici sono molte.

Come hai strutturato la tua officina e in generale la tua nuova attività?

Per il momento voglio offrire assistenza tecnica su qualsiasi tipo di bicicletta, per qualsiasi riparazione meccanica, sia nella mia officina sia a domicilio. Ho deciso di tentare sin da subito di vendere anche delle bici di marchi meno famosi, di stampo più locale diciamo, per vedere se ci può essere margine di crescita anche nell’aspetto più commerciale.

In che misura ti è servito frequentare il corso Masterclass di Bikeitalia?

Il Masterclass è stato per la mia formazione professionale un tassello importante. E’ servito, nello specifico, per farmi prendere consapevolezza delle mie capacità e per creare un importante bagaglio teorico e pratico per iniziare con meno fatica questa nuova avventura.

Quali sono le tue prospettive per il futuro?

Le prospettive sono buone, ho molta voglia di fare e grande speranza nel futuro dell’attività, per ora il primo obiettivo che è quello di conoscere la clientela, così da strutturare sempre meglio la mia offerta.

Vuoi anche tu cambiare vita, come ha fatto Francesco?
>>Clicca qui<< per scoprire la nostra offerta formativa!








Una risposta a Da corsista a meccanico di bici: la storia di Francesco

  1. Leonardo ha detto:

    Ciao Francesco, sono contento che sei riuscito a realizzare il tuo sogno. Vorrei tanto fare la tua stessa cosa, però sono sposato e ho 3 figli. Licenziarmi sarebbe azzardo per inseguire il mio bel sogno e avere un negozio di biciclette e fare il meccanico. Comunque ti faccio i miei migliori auguri. Chi sa se un giorno riuscirò a anch’io.. Intanto faccio il cantinaro😂😂😂attrezzi non me ne mancano, qualcosina so fare, sono super felice. Inatesa di realizza il mio sogno…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *