Bologna anticipa gli obiettivi del Biciplan: 60% dei percorsi pronti entro fine 2020

4 Maggio 2020

La Città di Bologna è pronta a ripartire a pieno ritmo dalla bicicletta, per questo il sindaco Virginio Merola il 29 Aprile scorso ha presentato alla città l’attuazione del Biciplan, il piano urbano per la mobilità ciclistica approvato nel 2016.

Bologna Biciplan fase 2

L’obiettivo è chiaro: realizzare il 60% delle infrastrutture previste nel documento entro la fine del 2020 partendo fin da subito per correre ai ripari dalla spinta che potrebbe ricevere il traffico motorizzato nella Fase 2 dell’emergenza Coronavirus.

Merola è stato chiaro: “L’emergenza coronavirus potrebbe portare un aumento di oltre il 50% negli spostamenti delle persone con mezzi privati, corrispondente ad un incremento tra il 20% e il 30% del traffico, riducendo del 90% gli spostamenti sui mezzi pubblici, non possiamo farci trovare impreparati”.

Il Biciplan di Bologna, che prevede infrastrutture anche nell’area metropolitana e non solo in città, conta quasi 500 km di itinerari dedicati alla mobilità su due ruote.

Bologna Biciplan fase 2

L’iniziativa rilanciata dall’amministrazione punta ad anticipare l’apertura di alcuni cantieri della città, oltreché a realizzare delle infrastrutture temporanee proprio per agevolare la mobilità ciclistica in questa fase di necessario distanziamento fisico tra le persone.

Dei 493 km di rete previsti, 145 sono già stati realizzati e si snodano lungo 10 direttrici principali e 6 linee complementari. Entro l’anno aprirà il tratto bolognese della Ciclovia del Sole, il quale oltre ad avere una valenza cicloturistica, oggi più che mai rivestirà il ruolo di asse strategico per la ciclabilità urbana, a dimostrazione di come gli itinerari cicloturistici possano essere anche al servizio degli spostamenti dei cittadini residenti e non solo dei turisti di passaggio.

Tra i primi interventi che i bolognesi vedranno realizzare troviamo lo sviluppo della rete ciclabile dal centro in direzione nord (Stalingrado, Zanardi, Corticella-Croce Coperta a confine Castel Maggiore), l’asse di via delle Bisce, ciclabile in via Stazione Roveri-via della Centralinista-Bike station SFM Roveri, ciclabile Bisce-Ferroviere-Smistamento Martinetti – Fantoni – Fresatore – Fonditore – Industria – Rot. Modonesi Pilastro – Panzini – Rotonda Visconti – Viadagola (San Donato).

Il plauso all’iniziativa arriva anche da Andrea Colombo, ex assessore alla Mobilità e primo promotore del Biciplan il quale però rimarca la necessità di fare presto e agire durante l’estate: “Gli interventi già previsti, per quanto velocizzati, andranno comunque in attuazione fra la fine del 2020 e tutto il 2021. I cittadini si troveranno invece a scegliere come muoversi in queste settimane, al più tardi a fine agosto, serve una rete sistematica, utile per gli spostamenti casa-lavoro-scuola, e pronta al massimo a inizio settembre, per reggere l’urto alla riapertura totale di attività e scuole”.

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.799
Acquista
Meccanica Base 1
199
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti