Una settimana in bicicletta dalle Dolomiti a Venezia

5 Agosto 2020

Un paesaggio incantevole fa da sfondo a questo viaggio organizzato di una settimana dalle Dolomiti alla Laguna di Venezia. Si tratta di un viaggio itinerante alla portata di tutti, in sella a una e-bike. Circa 300 chilometri da suddividere in sette tappe.

Misurina - vista sulle cime di Lavaredo by kordula vahle from Pixabay
Misurina – vista sulle cime di Lavaredo – by kordula vahle from Pixabay

Le tappe

Vediamo insieme come si sviluppa l’itinerario. Si parte nella spettacolare Val Pusteria, a Dobbiaco. Tra laghi e luoghi storici della I Guerra Mondiale, si percorre la cosiddetta Lunga Via delle Dolomiti. La maggior parte di questo percorso ciclabile corre sul terreno dell’ex ferrovia che collegava un tempo le province di Bolzano e Belluno e utilizza ponti, terrapieni e gallerie originali. La pendenza di questo tratto è quasi costante e moderata.

Attraversata la Val di Landro e il paesaggio dominato dalle Tre Cime di Lavaredo, si scende lentamente verso il passo Cimabanche, linea di confine tra l‘Alto Adige e il Veneto, mentre la strada si apre verso la valle e in breve giunge a Cortina d’Ampezzo.

©www.wisthaler.com Cortina FunActive
©www.wisthaler.com Cortina FunActive

La tappa successiva prosegue dolcemente lungo la vecchia ferrovia dove si incontrano il gruppo del Sorapis e le magnifiche Cinque Torri. Una volta attraversata la valle del Boite si raggiunge Pieve di Cadore, città dove nacque Tiziano, forse il massimo esponente della Scuola Veneziana, creatore dell’Amor Sacro e dell’Amor Profano e della Venere di Urbino.

A Pieve si prosegue verso Longarone, la città totalmente ricostruita dopo la tragedia del Vajont. Da qui si scende verso Belluno, piccolo capoluogo di provincia dolomitico. L’itinerario si snoda verso le colline per arrivare infine nella cittadina di Feltre. Pedalata dopo pedalata, si abbandona il paesaggio dolomitico mentre si attraversano pittoreschi borghi di mezza montagna e cominciano ad affacciarsi declivi più morbidi.

Ecco che da Feltre si scende nella valle del Brenta fin dove comincia la pianura. Sulle rive del fiume, ai piedi del Monte Grappa, si trova Bassano, celebre per il suo ponte, per gli alpini, per la I Guerra Mondiale, per le tradizioni gastronomiche e…ovviamente per la grappa!  

Bassano del Grappa, crediti Renzo Giusti - "B_d_G 08-08" by rrenzoo is licensed under CC BY-SA 2.0
Bassano del Grappa, crediti Renzo Giusti / Flickr

È arrivato il momento di lasciarsi definitivamente le Alpi alle spalle e di entrare nel territorio delle Ville Palladiane e fermarsi a visitare Asolo, uno dei borghi più belli d‘Italia e città dell’omonimo Prosecco. Lasciata Asolo, si punta la bici verso Treviso, la città dei piccoli canali. L’atmosfera che si respira è tranquilla e rilassante mentre si percorrono le strade cittadine su cui sorgono palazzi medievali e rinascimentali.

L’ultima tappa di questo viaggio segue il corso del fiume Sile fino al mare Adriatico, ovvero a Mestre, la terraferma di Venezia. La magnifica Serenissima non ha bisogno di presentazioni, non resta che visitarla

Per informazioni sulle tappe, i servizi e i prezzi del pacchetto creato da FunActive Tours: E-bike Dalle Dolomiti a Venezia

L’escursione: la Dobbiaco – Cortina in un giorno solo

Lunghezza: 55 km (A/R) | Difficoltà: bassa – media

Torniamo alla partenza del tour. Chi stesse cercando una gita da fare in una sola giornata mentre è in vacanza in montagna, può dedicarsi alla tappa Dobbiaco – Cortina. Questa tratta, adatta a tutta la famiglia perché è su pista ciclabile sicura, può diventare infatti un’escursione a sé stante. Dobbiaco si trova sulle sponde di un lago cristallino, immersa nella Val di Landro, zona dalla natura lussureggiante da cui ammirare le maestose Tre Cime di Lavaredo. La ciclovia conduce a Cortina, la perla delle Dolomiti, cittadina glamour ma incastonata tra meraviglie naturali. 

Il testimonial: il ciclista Damiano Cunego e la sua famiglia hanno percorso questa tratta. Guarda il video per ispirazione:

[Contenuto sponsorizzato]

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti