Mobilità

Via Appia Antica: a che punto è la tanto attesa ciclopedonalizzazione?

Via Appia Antica: a che punto è la tanto attesa ciclopedonalizzazione?

La vicenda della ciclopedonalizzazione dell’Appia Antica, la Regina Viarum, corridoio nella Storia che nasce nel cuore di Roma e andrebbe attraversato soltanto in punta di piedi o in sella a una bicicletta periodicamente riaffiora: possibile che in un museo a cielo aperto come questo, soprattutto nel tratto iniziale compreso tra Via di Porta San Sebastiano e la Tomba di Cecilia Metella, sia ancora consentito il transito delle auto private che la utilizzano come scorciatoia per “tagliare” da e per il quadrante Sud della Capitale?

https://www.facebook.com/Manuel.Massimo/videos/1329083267423406/

Nonostante la domenica e nei giorni festivi tra le 9 e le 16 in Via Appia Antica ci sia un divieto di transito ai motori – con tante, troppe deroghe che di fatto lo rendono un colabrodo a maglie larghe, dunque poco rispettato – durante la settimana il traffico di mezzi privati insiste sui sampietrini davanti all’Ex Cartiera Latina e alla Chiesa del “Domine quo vadis” ma anche sul basolato romano nel tratto successivo alla Tomba di Cecilia Metella: un nodo della mobilità irrisolto che da decenni si chiede di sanare per realizzare quella che potrebbe diventare un’oasi ciclopedonale di rara bellezza e senza paragoni nel mondo.

https://www.facebook.com/appiaday/posts/3655367491175112

Recentemente ci sono state due domeniche di eventi nell’ambito dell’AppiaDay – l’11 e il 18 ottobre 2020, come anche a marzo 2019 e per il quinto consecutivo – per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di sottrarre al traffico e restituire alle persone questa porzione così importante di città. L’obiettivo è di ciclopedonalizzare il tratto iniziale della strada in vista della realizzazione del GRAB (Grande Raccordo Anulare delle Bici), progetto che è sul tavolo dell’Amministrazione Capitolina. E proprio il 18 ottobre scorso, in occasione dell’evento ArcheoGrab, è stato simbolicamente tracciato Grab Pop-up con l’affissione di cartelli il percorso di quella che diventerà una ciclovia urbana di Roma: a vocazione cicloturistica, perché attraversa in massima parte parchi e ville storiche e “ricuce” con interventi di riqualificazione urbanistica e ciclabilità quartieri e monumenti lungo il suo dipanarsi.

https://www.facebook.com/grabvelolove/posts/1685820174910731

Intanto, come riporta la testata RomaToday, si fa strada la notizia che entro gennaio 2021 cominceranno i lavori per l’installazione dei tanto attesi varchi elettronici per multare i trasgressori, istituendo di fatto una zona a traffico limitato sul primo tratto di Via Appia Antica: sarà questo il primo passo concreto verso la tanto attesa ciclopedonalizzazione? Sarebbe un’ottima cosa, ma finché non vedremo gli operai del Comune al lavoro per installare le telecamere dobbiamo confidare che non si tratti dell’ennesima promessa mancata. L’Appia Antica non può continuare a fare da scorciatoia per le auto: diventi l’oasi ciclopedonale che merita di essere.

Via Appia Antica, Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *