Grazie ai “cuscini berlinesi” si modera la velocità e aumenta la sicurezza stradale

8 Marzo 2021

Su Bikeitalia ve ne avevamo parlato già a dicembre 2019, quando i primi cuscini berlinesi (particolari tipologie di dossi rallentatori, che avevamo definito “amici dei ciclisti“) stavano per essere installati in via sperimentale nella città di Torino.

Oggi, a marzo del 2021, oltre al capoluogo piemontese altre città hanno avviato un percorso di sperimentazione con il Ministero dei Trasporti, tra cui Roma e Bari.

Quest’ultima in particolare, sembra che abbia già dei primi importanti dati utili a sostenere la necessità di far entrare a tutti gli effetti i cuscini berlinesi tra i dispositivi indispensabili per moderare le velocità in ambito urbano.

Secondo quanto riportato da Repubblica.it i cuscini berlinesi portano le auto a un rallentamento medio del 30%, che si traduce in un abbattimento dell’incidentalità fino al 60%. I “cuscini berlinesi” di Bari, realizzati in materiale gommoso, sono stati posizionati in prossimità delle Zona 30 della città, permettendo così a chi si muove in bicicletta o in monopattino di non subire scomodi su e giù, incidendo sulla velocità delle automobili e non su quella dei veicoli di emergenza, tipicamente dotati di un interasse maggiorato che consente di superare tranquillamente l’ostacolo.

Ancora non sappiamo quando e se il nuovo Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili deciderà di far entrare i cuscini berlinesi del Codice della Strada, noi di Bikeitalia.it ce lo auguriamo fortemente.

Commenti

Un commento a "Grazie ai “cuscini berlinesi” si modera la velocità e aumenta la sicurezza stradale"

  1. Settimo ha detto:

    Una cosa utilissima e che molti cittadini aspettano da tempo.
    Confidiamo in un rapido accoglimento della modifica del codice della Strada da parte del Parlamento Italiano…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti