Inpeak presenta il suo nuovo sensore di potenza

6 Settembre 2021

Inpeak, azienda polacca presente sul mercato da 4 anni e leader in Polonia, Repubblica Ceca e Svezia, presenta in Italia il suo nuovo sensore di potenza. Il sensore di potenza (o powermeter) è uno strumento ottimale per i ciclisti evoluti che vogliono allenarsi in maniera professionale. 

I vantaggi del sensore di potenza

Ciclista

Al momento il sensore di potenza è lo strumento più avanzato che il ciclista ha a disposizione per monitorare il suo allenamento. Permette infatti di registrare la potenza (ovvero la forza sprigionata sul pedale moltiplicata per la velocità di rotazione della pedivella) nell’arco dell’intera uscita e quindi poter eseguire degli allenamenti calibrati. Ormai la parola “watt” è diffusa tra gli amatori e sta a indicare proprio l’unità di misura della potenza. L’uso del sensore di potenza presuppone la realizzazione di un test per conoscere la propria soglia e le zone di allenamento, per far sì che ogni sessione vada ad allenare un aspetto specifico della prestazione in bicicletta e ottimizzare il tempo a disposizione, che per gli amatori è sempre risicato tra impegni familiari o lavorativi.

Il sensore di potenza Inpeak

Sensore di potenza

Inpeak ha presentato sul mercato italiano un sensore di potenza molto “flessibile”, poiché la sua installazione non richiede grandi interventi sulla bici. Il sensore viene montato sulla pedivella sinistra, ha un peso di 12 grammi e si collega al ciclocomputer tramite bluetooth o ANT+. È dotato di una batteria interna in grado di registrare fino a 200 ore di pedalata e di lavorare a temperature che vanno da -5° a +50°C e di farlo anche in condizioni di pioggia e fango, dato che è completamente impermeabile poiché la protezione IP67 consente un funzionamento con qualunque condizione atmosferica.

Inpeak propone due tipi di installazione: Custom o Ready.

Inpeak

L’installazione “Custom” viene eseguita direttamente da Inpeak: una volta eseguito l’ordine sul loro sito, basterà infatti inviare la pedivella sinistra e l’azienda si occuperà dell’installazione e calibrazione del sensore di potenza. Una volta terminata l’installazione, la pedivella verrà inviata nuovamente al ciclista che potrà così montarla sulla bici e iniziare ad allenarsi con il sensore di potenza. I costi di spedizione dall’Italia alla Polonia sono a carico del ciclista, mentre quelli di restituzione dalla Polonia all’Italia vengono sostenuti interamente da Inpeak, che poi impiega dai 5 ai 7 giorni per l’installazione.

In questo modo il ciclista utilizza le proprie pedivelle per allenarsi e non deve modificare nulla della bici. Il sensore è adatto sia a pedivelle in alluminio che in carbonio delle principali aziende (Shimano, Sram, Truvativ, Rotor). Il sensore di potenza Inpeak può essere installato su pedivelle per bici da corsa, mtb e ciclocross.

Inpeak

In alternativa si può acquistare una pedivella “Ready”, già predisposta con il sensore di potenza Inpeak. Con questa opzione le pedivelle sono compatibili con le guarniture Shimano e la consegna avviene entro 2 giorni dall’ordine. In questo caso basterà smontare dalla bici la pedivella sinistra esistente e montare quella fornita da Inpeak e si è pronti per uscire a pedalare.

AiTrainer ©: l’applicazione per gestire gli allenamenti

Aitriner

Bisogna però dire che un conto è avere a disposizione un sensore di potenza, un altro è saperlo usare. Infatti spesso nei nostri LAB di biomeccanica sparsi sull’intero territorio italiano incontriamo ciclisti che acquistano il sensore che poi faticano a districarsi tra le metriche e i dati che questo strumento fornisce. Per supportare i propri clienti, Inpeak ha creato AiTrainer ©, un’applicazione che permette di gestire il proprio allenamento con il sensore di potenza.

Una volta scaricata l’applicazione, il ciclista ha accesso a programmi di allenamenti individualizzati sulla base della propria forma fisica, del proprio livello di esperienza in bici e dei propri obiettivi. L’applicazione fornisce un calendario delle sessioni di allenamento per mantenere traccia di ciò che è stato fatto e valutare l’andamento della potenza, dello stress score e della forma fisica nel tempo. L’applicazione è sviluppata intorno all’intelligenza artificiale e in base ai dati raccolti con il sensore di potenza Inpeak sarà in grado di fornire al ciclista indicazioni sulla necessità di riposo, recupero o di modifica del volume e dell’intensità dell’allenamento. 

Inoltre sarà comunque possibile interagire con preparatori atletici, attraverso il form di contatto, in modo da avere supporto riguardo al proprio allenamento. 

Prezzi e disponibilità del sensore di potenza InPeak

Prestazione

Il sensore di potenza Inpeak può essere la soluzione ottimale per il ciclista che è alla ricerca di uno strumento flessibile e di facile installazione per ottimizzare il proprio allenamento e, grazie all’applicazione Aitrainer, imparare a usare e gestire il powermeter senza fare errori. 

I prezzi vanno dai 255 € ai 359 € per le pedivelle Custom oppure a partire dai 309 € per le pedivelle “Ready”. 

Un prezzo decisamente accessibile per iniziare ad allenarsi con la potenza.

Per informazioni: http://www.inpeak.it/

[Contenuto sponsorizzato]

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti