Colle dell'Agnello: una targa dove Michele Scarponi mise il piede a terra - Bikeitalia.it

Colle dell’Agnello: una targa dove Michele Scarponi mise il piede a terra

30 Giugno 2022

Una targa commemorativa al Colle dell’Agnello, dove Michele Scarponi si fermò e mise il piede a terra.

Lunedì 4 luglio 2022 alle 11:30 ai piedi del Colle dell’Agnello, nel Comune di Château Queyras-Ville-Vieille verrà inaugurata la targa dedicata a Michele Scarponi nel punto in cui, da solo e in fuga, si fermò e mise il piede a terra per aspettare il suo capitano Vincenzo Nibali e aiutarlo nell’impresa di vincere il suo secondo Giro d’Italia.

logo fondazione michele scarponi

La targa, fortemente voluta dalla Fondazione Michele Scarponi e dalla famiglia, ricorda un momento importante della carriera ciclistica di Michele: un gesto nobile e antico che lo fece entrare nella Storia e simbolo oggi della Fondazione che porta il suo nome e s’impegna ogni giorno per promuovere progetti sulla sicurezza stradale nel suo ricordo.

Sarà una giornata speciale, un momento di ricordo e di incontro: sarà presente la famiglia di Michele e, grazie alla chiusura al traffico della salita del Colle dell’Agnello tra le 9 e le 12, quel giorno ci saranno anche tanti ciclisti. Il giorno prescelto coincide infatti con una delle date previste per le «Scalate leggendarie» – promosse dal Department des Hautes Alpes con Terres Monviso e dalle Unioni Montane delle Valli Po, Varaita, Maira, Grana e Stura – con la chiusura al traffico della salita del Colle dell’Agnello.

Targa piede a terra Michele Scarponi Colle dell'Agnello

Si potrà arrivare in bici in sicurezza e commemorare l’Aquila di Filottrano nel suo luogo del cuore, quello del piede a terra. E quel giorno, tra i tanti pedalatori presenti, potrebbe esserci anche qualche suo compagno di squadra dell’Astana.

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti