Bici

Colle dell’Agnello: una targa dove Michele Scarponi mise il piede a terra

Colle dell’Agnello: una targa dove Michele Scarponi mise il piede a terra

Una targa commemorativa al Colle dell’Agnello, dove Michele Scarponi si fermò e mise il piede a terra.

Lunedì 4 luglio 2022 alle 11:30 ai piedi del Colle dell’Agnello, nel Comune di Château Queyras-Ville-Vieille verrà inaugurata la targa dedicata a Michele Scarponi nel punto in cui, da solo e in fuga, si fermò e mise il piede a terra per aspettare il suo capitano Vincenzo Nibali e aiutarlo nell’impresa di vincere il suo secondo Giro d’Italia.

logo fondazione michele scarponi

La targa, fortemente voluta dalla Fondazione Michele Scarponi e dalla famiglia, ricorda un momento importante della carriera ciclistica di Michele: un gesto nobile e antico che lo fece entrare nella Storia e simbolo oggi della Fondazione che porta il suo nome e s’impegna ogni giorno per promuovere progetti sulla sicurezza stradale nel suo ricordo.

Sarà una giornata speciale, un momento di ricordo e di incontro: sarà presente la famiglia di Michele e, grazie alla chiusura al traffico della salita del Colle dell’Agnello tra le 9 e le 12, quel giorno ci saranno anche tanti ciclisti. Il giorno prescelto coincide infatti con una delle date previste per le «Scalate leggendarie» – promosse dal Department des Hautes Alpes con Terres Monviso e dalle Unioni Montane delle Valli Po, Varaita, Maira, Grana e Stura – con la chiusura al traffico della salita del Colle dell’Agnello.

Targa piede a terra Michele Scarponi Colle dell'Agnello

Si potrà arrivare in bici in sicurezza e commemorare l’Aquila di Filottrano nel suo luogo del cuore, quello del piede a terra. E quel giorno, tra i tanti pedalatori presenti, potrebbe esserci anche qualche suo compagno di squadra dell’Astana.

Meccanica per Bici da Corsa e Gravel

Corso Online

Scopri di più

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *