Mobilità

Milano: una ciclabile umana per proteggere chi pedala in Viale Monza

Milano: una ciclabile umana per proteggere chi pedala in Viale Monza

Il tam-tam corre sul web, l’appuntamento è fissato a Milano per le 7:30 di giovedì 10 novembre in Viale Monza all’angolo con Via Popoli Uniti (MM Rovereto) dove i cicloattivisti s’incontreranno per realizzare con i loro corpi e le loro bici “ProteggiMI”, la più lunga ciclabile umana che Milano abbia mai visto e per chiedere al Comune di proteggere dalle auto chi pedala ogni giorno in Viale Monza.

“Perché è vero che la corsia ciclabile realizzata nel 2020 è usatissima (+276% di biciclette) ma il problema è che è usatissima anche dalle automobili che ci parcheggiano sopra, ora per un caffè al volo, ora per una commissione o per il carico/scarico. Insomma, per chi guida c’è sempre una scusa buona per usare la ciclabile come parcheggio privato. Per chi pedala, invece, non c’è alternativa al fare una pericolosa deviazione e rischiare la propria vita ogni giorno”, scrivono gli attivisti sulla pagina FB di ProteggiMI.

Ciclabile umana in Viale Monza ProteggiMI

Basta morti sulle strade

“Non possiamo accettare che sia normale. Non vogliamo assuefarci al rischio. Perché proprio quel rischio, finché c’è, impedisce a tante persone di prendere coraggio e di abbandonare l’auto per provare a spostarsi in bicicletta. Sono passati 11 anni dalla morte del piccolo Giacomo e neanche 3 mesi da quello del piccolo Mohanad. Non vogliamo aspettare il prossimo incidente per scendere in strada affinché le cose cambino”, prosegue il messaggio dei cicloattivisti.

La richiesta di sicurezza per chi pedala

“Manifestiamo in maniera ferma e pacifica per chiedere al Comune di Milano di intervenire ora per proteggere chi pedala, sulla ciclabile di Viale Monza, sul Ponte della Ghisolfa, in tutta la città. Non servono cordoli: serve rispetto, cambiamento culturale, controlli e aiuterebbe anche una città a 30 all’ora”. Un’accorata richiesta di sicurezza per chi pedala e di “fare presto” che sembra quasi una risposta alle parole dell’assessora Arianna Censi nel suo intervento al MobilitARS 2022: l’intenzione di trasformare la mobilità di Milano e togliere spazio alle auto per darlo alla ciclabilità e alla pedonalità non può più aspettare. Il riferimento al limite di 30 km/h in città è un riferimento alla scelta di Bologna che sta andando verso questo obiettivo e che diventerà una Città 30 a giugno 2023.

“ProteggiMI”: appuntamento giovedì 10 novembre alle 7:30

Il ritrovo è fissato per giovedì 10 novembre alle ore 7:30 di mattina in Viale Monza angolo via Popoli Uniti (MM Rovereto). A partire dalle ore 7:45 i cicloattivisti si disporranno in una lunga fila indiana a ridosso della linea bianca della corsia ciclabile per proteggere con il loro corpo e le loro bici chi pedalerà in quel tratto di strada (soprattutto genitori con figli e bike-commuters).

La “ciclabile umana” durerà fino alle 9:00, così da dare la possibilità a quante più persone di esserci e farne parte (va bene anche se si interviene a piedi, senza la bici). Qui di seguito una mappa dettagliata del tratto di ciclabile interessato dall’azione “ProteggiMI”:

I promotori dell’iniziativa

L’evento “ProteggiMI” è stato promosso da un gruppo di persone che si muovono in bicicletta e hanno a cuore la sicurezza di chi pedala e sottolineano che si tratta di “è una manifestazione di tutte e tutti” e sono aperte le adesioni su Facebook da parte di altre associazioni: “Ci accomuna l’idea che una città delle persone, con meno auto, è una città più sicura per tutti e meno inquinata”.

Meccanica di Emergenza per Biciclette

Corso Online

Scopri di più

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *