Fondazione Michele Scarponi: un nuovo libro per ricordare l’Aquila di Filottrano

8 Dicembre 2022

La Fondazione Michele Scarponi, nata in memoria dell’indimenticato campione di ciclismo investito e ucciso mentre pedalava sulle strade di casa, ha dato alle stampe “Caro Michele – parte seconda”, un nuovo libro per ricordare l’Aquila di Filottrano grazie alle testimonianze e agli aneddoti di chi lo ha conosciuto e gli ha voluto bene. Il seguito della prima parte.

“Caro Michele – parte seconda”

Il libro non è in vendita nelle librerie, ma sarà consegnato a chi si iscriverà come partecipante ordinario alla Fondazione Michele Scarponi per l’anno 2023. “Entra a far parte di questa grande famiglia per creare una strada più sicura per tutti”, scrive il sito della Fondazione su cui è possibile iscriversi a questo indirizzo ➡ https://www.fondazionemichelescarponi.com/iscriviti/

Caro Michele parte seconda libro Fondazione Michele Scarponi iscritti
“Caro Michele – parte seconda”: la foto di copertina del libro della Fondazione Michele Scarponi

Aneddoti, sorrisi e commozione

“Caro Michele – parte seconda” è un nuovo libro in cui corridori di oggi e di ieri, direttori sportivi, meccanici, massaggiatori, direttori di corsa, autisti, giornalisti, scrittori, speaker, dj, un ct (ma il ciclismo non c’entra) ricordano Michele con aneddoti, sorrisi e commozione.

Gli autori dei racconti su Michele

“Un ringraziamento speciale ad Alessandra Giardini, giornalista, amica di Michele e del ciclismo, che ha curato il libro ed agli amici di Tuga Edizioni, ancora una volta al nostro fianco. Un immenso grazie a tutti coloro che hanno contribuito con le loro parole. Tra gli altri ci sono i racconti di Fabio Aru, Paolo Bettini, Stefano Garzelli, Roberto Mancini, Francesco Pancani, Alessandro Petacchi, Matteo Trentin, Diego Ulissi, Sonny Colbrelli, Alexandr Vinokourov, sottolineano dalla Fondazione Michele Scarponi.

“Caro Michele non si trova nelle librerie, è un prodotto della Fondazione dedicato ai suoi iscritti. Per averlo, diventa partecipante ordinario per l’anno 2023″, ricordano dalla Fondazione il cui motto è “La Strada è di Tutti, a partire dal più fragile”.

Masterclass in Meccanica Ciclistica

Trasforma la tua passione in una professione

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti