MENU
viaggi girolibero

Come regolare i freni V-Brakes

Bikelife, Freni, Meccanica • di

Nell’articolo dedicato al montaggio dei freni v-brakes abbiamo visto nello specifico questa tipologia di impianto frenante ancora oggi molto presente nel mondo della bicicletta. I freni v-brakes sono molto versatili, infatti vengono ancora montati su moltissimi modelli di MTB di bassa gamma, su city bikes, su bici da turismo di basso e medio livello e soprattutto sulle biciclette pieghevoli.

I freni v-brakes spesso sono associati a bici di bassa qualità, che prevedono costi bassi, e un risultato scadente dal punto di vista delle performance, il tutto viene tradotto come poca sicurezza. Questo non è del tutto vero, perchè anche un freno v-brake, per quanto possa essere una scelta economica e che non avrà mai delle prestazioni paragonabili a un freno a disco, può dare delle soddisfazioni interessanti durante l’utilizzo ma solo se montati e regolati correttamente.

La regolazione di questo tipo di feno prevede la regolazione dei pattini, la regolazione della simmetria dell’azione dei bracci e la regolazione della potenza frenante.

Questo lavoro potrebbe richiedervi più tempo del previsto se è la prima volta che regolate le varie inclinazioni dei pattini, altrimenti in casi normali è un’operazione che richiede 10-15 minuti per freno, utilizzando, ovviamente, la giusta attrezzatura.

Gli attrezzi necessari per la regolazione sono:
• chiave a brugola da 3, 4, 5 mm
• pinza tendicavo o terzamano
• tronchese per cavie guaine

Indice
Regolare i pattini
Allentare la vite di fissaggio
Pinza tendicavo
Regolare il registro di tensione del cavo
Regolare l’azione dei bracci

Regolare i pattini



Vuoi imparare a regolare correttamente i freni? Partecipa al nostro corso Bikeitalia sui freni per imparare le tecniche migliori!


La regolazione dei pattini è l’operazione che viene presa sempre più sottogamba pensando che i pattini si montano paralleli alla pista frenante e che quindi è facile e veloce. Questo ragionamento viene fatto senza considerare la forze fisiche che agiscono nella rotazione della ruota, senza pensare alla forma della ruota e, soprattutto senza avere in mente il concetto di modularità della frenata.


Se regolate il pattino parallelamente alla pista frenante state pensando solo ad una direzione, tralasciando le altre due dimensioni dello spazio, nelle quali la ruota comunque si muove, per non parlare della modularità della frenata che perderete quasi del tutto avendo l’azione istantanea di tutta la superficie di entrambi i pattini insieme.

Dato che la ruota è un sistema in equilibrio che si muove nelle tre dimensioni dello spazio quando viene messa in movimento, è logico regolare i pattini che andranno a creare attrito su di essa con lo scopo di fermare questo movimento nelle stesse tre dimensioni.

Come si regolano i pattini in un sistema frenante a pattino?
• i pattini devono avere la parte anteriore leggermente rivolta verso il basso (per seguire il movimento circolare della ruota)
• i pattini devono avere la parte anteriore leggermente rivolta verso l’interno (per avere una buona modularità, dato il contatto con la pista frenante del pattino che avviene gradualmente)
• i pattini devono avere tutta la loro superficie all’interno dei limiti superiore e inferiore della pista frenante (per evitare il contatto con il copertone e la fuori uscita al di sotto della pista frenante che causerebbe un consumo non omogeneo del pattino)

Allentare la vite di fissaggio del cavo


Allentate la vite di fissaggio del cavo così che sia libero e senza tensione. In questo momento controllate che la vite di tensione (o registro della tensione), posta sulla leva del comando, sia svitata per più di metà, così da procedere per avvitamento (diminuzione della tensione) per regolare la potenza frenante.

Pinza tendicavo


Utilizzate la pinza tendicavo per afferrare il cavo e portare i bracci del freno a chiudersi contro la pista frenante, ora serrate con la mano libera la vite di fissaggio del cavo utilizzando una chiave a brugola da 4 o 5 mm. La ruota non deve girare.

Regolare il registro di tensione del cavo


Procedete alla regolazione di fino della potenza frenante avvitando la vite di tensione che funge da registro della tensione nella quale passa il cavo. Quando l’avvitamento di questo registro produrrà l’allontanamento dei pattini dalla pista frenante tale per cui la prontezza di frenata sarà di vostro gradimento avrete finito la regolazione della potenza frenante. Portate la rondella filettata di sicurezza in battuta contro il corpo della leva sul manubrio, questa eviterà lo svitamento della vite di tensione, che vi farebbe perdere velocemente la regolazione che avete appena fatto.

Regolare l’azione sincronizzata del braccio destro e del braccio sinistro

Questa sincronia di azione che porta sia il pattino destro che il pattino sinistro in battuta contro la pista frenante nello stesso momento è data dalla tensione equilibrata delle due molle di ritorno presenti nei fulcri di rotazione dei bracci. Un braccio possiede più tensione di un altro quando torna da solo dopo il rilascio della leva del freno, impedendo all’altro braccio di tornare indietro, avendo quest’ultimo meno tensione nella sua molla di ritorno. Per dare più tensione ad una delle due molle che sembra avere meno tensione di quella sul lato opposto basta avvitare di quanto basta la vite posta sulla base del braccio, verso l’esterno.











4 Risposte a Come regolare i freni V-Brakes

  1. Roberto ha detto:

    Occhio che il link https://www.bikeitalia.it/montare-freni-v-brakes/ restituisce 404. Continuate così!

  2. Roberto ha detto:

    Articolo molto interessante! Scusatemi per l’appunto ma “modularita” termine che utilizzate anche in altri articoli non è il termine esatto. Certamente intendete dire “modulabilita” importante caratteristica dei sistemi frenanti, a descrivere la capacità di poter dosare, centellinare la potenza frenante. Modularità ha un altro significato. Grazie.

  3. Fabio ha detto:

    Per sbaglio ho rimosso la vite per la regolazione della molla del freno. Non riesco a inserirla nuovamente. Consigli? Grazie mille

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *