Catena della bicicletta: guida passo passo per sostituirla e ripararla

La catena di una bicicletta è uno tra i componenti più soggetti a usura dell’intero mezzo e probabilmente quello che va sostituito più frequentemente. In questo articolo vedremo com’è fatta una catena, come controllarne l’usura e come effettuarne la sostituzione completa.

Indice
Com’è fatta la catena della bicicletta
Scegliere la catena della bicicletta
Focus: catene Shimano-Hyperglide
Usura della catena della bicicletta
Allungamento della catena della bicicletta
Sostituzione della catena della bicicletta: tempistiche e attrezzatura
Sostituzione della catena della bicicletta passo-passo
Video: Come montare la catena

Com’è fatta la catena della bicicletta

Catena_2

Una catena è l’insieme di un numero definito di maglie, che si accoppiano con i denti dei pignoni e delle corone per consentire la trasmissione della potenza impressa sui pedali. Ogni maglia è formata da due piatti esterni e da due interni, tenuti assieme da dei perni (definiti anche rivetti o pin), innestati per interferenza all’interno dei fori presenti sui piatti. Una coppia di piatti esterni formerà una mezza maglia femmina, mentre una coppia di piatti interni darà vita a una mezza maglia maschio.

Una delle poche misure standardizzate nel mondo della bicicletta è appunto quella della lunghezza della maglia, che per tutte le catene esistenti al mondo è di 1″ (pari a 25,4mm).

In base all’utilizzo, le catene si dividono in due grandi dimensioni:

la misura della lunghezza di maglia della catena
misura del passo

1/2″ x 3/32″

Una misura anglossasone che indica il passo dei perni x la larghezza interna di una mezza maglia maschio. Il passo dei perni non è da confondere con la lunghezza delle maglie, poiché quest’ultima si misura partendo dall’asse del perno innestato su una mezza maglia femmina fino all’asse del successivo perno installato su una mezza maglia maschio, mentre il passo è semplicemente la distanza tra due perni contigui, ovunque siano posizionati.

Queste catene sono pensate per essere usate su trasmissioni con deragliatori anteriore e posteriore. Al variare del numero di velocità al posteriore (e quindi al numero di pignoni presenti sulla cassetta), varierà la larghezza esterna della catena, che si assottiglierà all’aumentare del numero di pignoni, mentre quella interna rimarrà invariata.

1/2″ x 1/8″

Sono catene destinate a trasmissioni prive di deragliatori, quindi bici a scatto fisso, singlespeed, BMX, Grazielle.

Scegliere la catena della bicicletta

la catena della bicicletta

In realtà quasi nessuno chiede una catena da 1/2″ x 3/32″. Quando si acquista una nuova catena in sostituzione di quella vecchia, è sufficiente conoscere queste caratteristiche:

Velocità al posteriore

L’aspetto più importante è appunto sapere il numero di velocità (ovvero quanti pignoni) abbiamo a disposizione sulla nostra bicicletta. Infatti, come abbiamo visto, al variare del numero dei pignoni varierà anche la spaziatura tra l’uno e l’altro, obbligando i produttori a costruire catene di diversa larghezza. Le catene di due velocità differenti non sono assolutamente compatibili, poiché sono pensate per muoversi su distanze definite, per cui una catena da 8v non può essere montata su un 10v (anche perché non entrerebbe nei pignoni).

Gruppo d’appartenenza

Come tutti i componenti di un gruppo trasmissione, anche il livello qualitativo della catena si attesta a quello generale del gruppo, poiché ne mutua filosofie costruttive e meccaniche. Bisogna sempre acquistare la catena appartenente al gruppo montato sulla bicicletta, dato che, per esempio, installare una catena del gruppo Shimano Sora su un gruppo Dura-Ace non ha molto senso, poiché annullerebbe la ricercatezza meccanica e la leggerezza di quest’ultimo, mentre fare il contrario sarebbe solo una perdita di denaro, poiché quando installiamo dei componenti provenienti da due gruppi differenti, l’efficienza meccanica si ferma sempre e comunque al livello del gruppo più basso.

Trattamenti superficiali

La nostra catena presenta dei trattamenti superficiali per evitare che arrugginisca o si deteriori? Bisogna acquistarne una con le medesime caratteristiche, per cui la cosa più semplice è andare in negozio con un campione della vecchia catena.

Aspetti particolari

Se la vostra catena è progettata con una particolare tecnologia costruttiva (come nel caso dell’Hyperglide Technology, che vedremo di seguito), dovrete acquistarne una identica.

Focus: catene Shimano-Hyperglide

Una tecnologia molto diffusa per quello che riguarda le catene per deragliatori (quindi da 1/2″ x 3/32″), è l’Hyperglide, spesso indicato con HG. Si tratta di una tecnologia creata dalla casa giapponese Shimano che, grazie a una speciale conformazione dei denti di pignoni e corone, permette alla catena di agganciarsi su due pignoni nel momento della cambiata. Questo fa sì che il cambio di rapporto sia più fluido e che le dispersioni di energia siano ridotte al minimo.

Catena_10

Per capire se una catena è stata costruita con la tecnologia Hyperglide, basterà osservare le facce dei piatti esterni, che riportano impressa la dicitura “HG”. L’HG è una tecnologia molto utile ma necessita di attenzione, poiché se il proprio gruppo utilizza questa tecnologia bisognerà acquistare una nuova catena di questo tipo, altrimenti non saranno compatibili e l’accoppiamento con corone e pignoni sarà meno efficiente.

Usura della catena della bicicletta

Perché una catena si usura tanto da doverla sostituire (chi scrive ne cambia due l’anno per ciascuna bicicletta posseduta)? Purtroppo, a meno di non possedere una bici dotata di carter, la catena è esposta alla polvere, al fango, all’acqua e all’aggressione degli agenti chimici presenti sull’asfalto. Ma più dell’usura dovuta all’abrasione o alla corrosione atmosferica, le catene si sostituiscono poiché soffrono di un effetto meccanico, denominato allungamento (o chain stretch, in inglese).

La catena lavora in continua trazione, ovvero è sempre tesa, e questa forza provoca usura tra i perni e i fori presenti sui piatti. A lungo andare tra pin e fori si verificano dei giochi che modificano la distanza tra i perni, il famoso passo, che diviene così maggiore di 1/2″.

La catena viene agganciata dalla corona in un punto ben preciso, detto di tiro catena, e da qui viene tirata e l’ingranamento si ripete a ogni dente e maglia ma se la catena si allunga allora comincia a non ingranare bene sui denti e li usura, poiché quando un dente s’innesta all’interno di una maglia, il perno si posiziona nella gola tra un dente e l’altro ma se il passo si allunga, il perno finirà per “sbattere” contro il dente, appiattendolo per via della forza centrifuga. Il perno infatti lavorerà come una pressa che assottiglia il materiale che costituisce il dente, fino a renderlo quasi appuntito (si usa dire “a pinna di squalo”).

Inoltre una catena allungata sviluppa una flessione laterale elevata, che diminuisce drasticamente le performance e la fluidità della cambiata.
Quanto tempo impiega una catena per allungarsi? Purtroppo non esiste una data di scadenza delle catena ma l’allungamento è dovuto a più fattori:

Chilometraggio: più tempo si passa in sella alla bicicletta più veloce avverrà l’allungamento delle maglie;
Uso dei rapporti: se si è portati a cambiare rapporto di pedalata sotto sforzo oppure a pedalare con la catena inclinata rispetto al telaio (pignone grande – corona grande / pignone piccolo – corona piccola), le maglie subiscono un’extratensione e si allungano più velocemente;
Uso in condizioni gravose: pedalare in condizioni di fango, polvere o pioggia mette sotto sforzo la resistenza della catena, che si usura rapidamente.

Per questo è sempre meglio tenere controllato l’allungamento della catena della propria bicicletta.

Allungamento della catena della bicicletta

la catena della bicicletta

Per controllare l’allungamento della catena bisogna dotarsi di uno strumento molto semplice e davvero economico: il calibro per catene. Si tratta di un calibro dotato di due tamponi “passa-non passa” di dimensioni differenti. Il primo misura 0,75mm, mentre il secondo è da 1mm e si riferiscono alla luce disponibile all’interno di una maglia. Il controllo dell’allungamento è un’operazione molto semplice che non richiede più di due minuti di tempo.

Il calibro per catene si utilizza in questo modo: si posiziona l’aggancio su una maglia qualsiasi e si porta il trampone da 0,75 all’interno della maglia corrispondente e si controlla se riesce o meno a passare. Poi il calibro si gira su sé stesso e si misura la stessa maglia con il tampone da 1.
I casi sono tre:

Il tampone da 0,75 non entra: la catena è ancora buona e non va sostituita;

Il tampone da 0,75 entra ma quello da 1 no: la catena è già allungata, ma i giochi presenti sono ancora accettabili, per cui si può provvedere alla sostituzione della sola catena;

I tamponi da 0,75 e da 1 passano entrambi: la catena è parecchio allungata e la situazione si porta avanti da parecchio tempo per cui è molto probabile che oltre alla catena si dovranno sostituire anche corone e cassetta, perché i denti sono stati appiattiti dai perni e non riuscirebbero a ingranare su una catena nuova;

Visto che la distanza tra 0,75 e 1 è molto esigua, il lasso di tempo a disposizione per sostituire una catena allungata senza compromettere i denti delle corone e dei pignoni è breve, per cui il mio consiglio è di controllare l’allungamento almeno una volta al mese.

Ora che abbiamo controllato l’allungamento della catena, vediamo come procedere alla sua sostituzione.

Sostituzione della catena della bicicletta: tempistiche e attrezzatura

Catena_17


Sostituire la catena è un’attività semplice che necessita di una ventina di minuti di lavoro.

Per sostituire la catena abbiamo bisogno di:
Sgrassatore e straccio: per pulire i deragliatori e la guarnitura;
Pennello e solvente: per sgrassare la catena nuova. Se non abbiamo a disposizione il solvente, possiamo usare uno sgrassatore potente;
Smagliacatena: per estrarre la vecchia catena e installare quella nuova;
Pennarello indelebile: per marcare la misura della nuova catena;
Lubrificante: per lubrificare la catena nuova.

Sostituzione della catena della bicicletta passo-passo

Step 1: Pulire il tutto

Con sgrassatore e straccio pulire la trasmissione della bicicletta per lavorare più comodamente. Posizionate la catena sulla corona più grande e il pignone più piccolo.

Step 2: smagliare la catena vecchia

Aprite lo smagliacatena, allontanando il punzone dalla sede di fissaggio della maglia. Innestate la sede dello smagliacatena su un qualsiasi perno della vecchia catena e avvicinate il punzone, fino a estrarre completamente il perno dalla catena.

Fate attenzione quando espellete il perno, poiché il rilascio della tensione della catena può far sbattere il deragliatore posteriore verso l’esterno, poiché la molla interna non incontra più resistenza.

Sfilate la vecchia catena dalla trasmissione. Se sulla catena della bicicletta avete la falsamaglia potete aprirla con la chiave apposita

Step 3: sgrassare la nuova catena

Le catene nuove sono cosparse di lubrificante per evitare che arrugginiscano. Questo prodotto oleoso non è idoneo per essere usato sulla bicicletta, poiché attira molto la polvere e lo sporco. Se avete a disposizione una bacinella, riempitela con due dita di solvente, immergete la catena nuova e strofinatela con un pennello. Se non avete a disposizione il solvente, potete poggiare la catena su uno straccio e spruzzare dello sgrassatore potente (va bene quello per cucina o bagno) e lasciate agire per qualche minuto e poi stofinate con energia la catena.

Step 4: controllare la misura della nuova catena

Infilate la catena partendo dalla corona anteriore, passando poi sul pignone più piccolo e tra le pulegge del deragliatore.

Fate attenzione perché la gabbia del deragliatore è dotata di una guida, per evitare che la catena cada. Dovete far passare la catena dietro a questa guida, sulla quale le maglie devono praticamente sfregare.

Le catene vengono vendute solitamente con 114 maglie, una lunghezza superiore al necessario. Questo accade poiché le case costruttrici non sanno su che tipo di trasmissione verrà installata la catena e quindi devono rendere possibile il montaggio su qualunque bicicletta. La misura della catena va presa solo e soltanto provandola sulla bici e mai confrontandola con quella vecchia, che è allungata. Ci sono due metodi per il rilevare la corretta lunghezza della catena ed entrambi vanno messi in pratica con la bici appoggiata a terra e non appesa al cavalletto.

Misura della catena per bici da corsa: fate passare la catena sulla corona anteriore più grande, sul pignone più piccolo e tra le pulegge del deragliatore e avvicinate le maglie fino a che la gabbia del deragliatore non si trovi perpendicolare (formando quindi un angolo di 90°) al terreno.

Misura della catena per mtb: fate passare la catena sul pignone più grande e sulla corona più grande, escludendo il deragliatore posteriore. Avvicinate le maglie fino a che la catena non sia tesa. Alla misura così ottenuta si dovranno aggiungere due maglie.

Step 5: chiudere la catena nuova

la catena della bicicletta

Segnate la misura della catena facendo un punto sulla maglia terminale con il pennarello indelebile. Montate la catena facendola passare sul pignone più piccolo, la corona più grande ed entrambi i deragliatori.

Dopodiché eliminate le maglie in eccedenza espellendo il perno della maglia che avete segnato con il pennarello. Prendete il nottolino di fissaggio che viene fornito insieme alla catena (se la catena è del tipo Shimano HG).

Avvicinate le due maglie terminali e innestatele nella sede dello smagliacatena. Inserite il nottolino con la mano e poi spingetelo all’interno con il punzone dello smagliacatena. Il nottolino Shimano ha una prima parte svasata, che permette di centrare i fori dei piatti e di allargarli fino a creare l’interferenza.

Una volta che il nottolino è completamente inserito, eliminate la parte svasata facendo leva con lo smagliacatena o con una tenaglia.

Step 6: lubrificare la catena

Prendete il vostro prodotto preferito e lubrificate la catena nuova seguendo al meglio la procedura.

Impara a sostituire la catena senza problemi!

Se volete imparare a sostituire la catena della vostra bici sotto la supervisione di un istruttore esperto e senza paura di fare danni, dal 2015 Bikeitalia tiene corsi di formazione nella propria scuola di Monza, la prima scuola di formazione in meccanica ciclistica con una sede fissa. Dalla nostra porta sono passate più di 3500 persone. Per capire se il nostro corso di meccanica base 1 fa per voi, guardate il video:

Articolo aggiornato ad Aprile 2020

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.899
Acquista
Meccanica per bici da corsa e gravel
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti