MENU
Bikenomics Forum

Bici rumorosa: cause e soluzioni

Bikelife, Manutenzione, Meccanica • di

Le nostre biciclette sono progettate per fendere la strada come palle da biliardo sul panno verde. Purtroppo è frequente che, invece di scivolare fluide e silenziose, emettano rumori, scricchiolii e cigolii fastidiosi. Spesso si tratta di suoni dovuti all’accumulo di sporco o a necessità di piccole manutenzioni ma a volte un rumore molesto può essere l’anticipazione di un problema grave, che può trasformarsi in una rottura di un componente. Per questo è bene capire da dove proviene il rumore e come fare per eliminarne le cause.

Il telaio: la cassa di risonanza del rumore

C11_1
Alla base della provenienza dei rumori della bicicletta e della nostra difficoltosa percezione di essi c’è un elemento che ci inganna: il telaio. Questi infatti è composto da tubi vuoti ma ovviamente pieni di aria, dentro i quali il suono si propaga e migra da un punto all’altro (nell’aria il suono viaggia a 343,8 m/s). Questa migrazione produce un effetto illusorio, ovvero ci fa credere che il rumore provenga da un certo componente, quando in realtà le cause sono da ricercare da tutt’altra parte. Una volta ho cominciato a percepire uno scricchiolio non appena mi alzavo sui pedali della mia bici da corsa e impugnavo con forza il manubrio. Il rumore sembrava provenire proprio dal punto di aggancio degli STI sul manubrio e si placava non appena ritornavo in sella. Ho provato a sollevarmi sui pedali tenendo solo la mano destra sul manubrio, poi solo la sinistra, poi entrambe, per capire quale STI stesse dando problemi. Visto che in tutte le situazioni si presentava il medesimo scricchiolio, ho stretto la vite che fissa gli STI, poi l’ho allentata, ho provato a trovare dei giochi, ho smontato, lubrificato e serrato con chiave dinamometrica le viti dell’attacco manubrio e ho anche tolto il nastro per vedere se il manubrio non fosse crepato: sono letteralmente impazzito. Dopo ho capito che il rumore era dovuto al perno del movimento centrale a cartuccia, che ballava per via dei cuscinetti ormai usurati: quando mi alzavo sui pedali il mio peso lo faceva flettere, provocando lo scricchiolio maledetto. Il telaio faceva rimbalzare il suono dalla scatola del movimento centrale a quella dello sterzo, ingannandomi e ciò significa che quando udiamo un rumore fastidioso che proviene dalla nostra bicicletta non possiamo fare affidamento soltanto alle nostre sensazioni, bensì dobbiamo mettere in atto un’analisi sistematica dei componenti più propensi a emettere cigolii o scricchiolii vari. Vediamo quali sono e come procedere alla risoluzione dei problemi.

Sella

Dovendo sopportare il nostro peso, la sella e il reggisella sono portati a emettere rumori insoliti. Di solito i problemi sono dovuti a:
Attacco reggisella: se dello sporco o della polvere s’insinuano all’interno del telaio (soprattutto se laviamo la bici con l’idropulitrice), si può creare della ruggine all’interno del tubo piantone, che da vita ad attriti e quindi a rumore. Si deve perciò estrarre il reggisella dal telaio e pulirlo con sgrassatore e straccio di cotone e fare la stessa cosa con il tubo piantone. Prima di infilarlo nuovamente è bene stendere un velo di grasso bianco al litio sulla superficie del reggisella che andrà all’interno del tubo piantone, per evitare che si ossidi. Se il vostro telaio o reggisella sono in carbonio, dovrete usare della pasta antigrippante apposita per la fibra di carbonio, denominata “fiber grip”;
C11_2
Fascetta reggisella: la fascetta che blocca il reggisella al telaio può allentarsi oppure essere troppo serrata ed emettere quindi rumore. Meglio controllarne il serraggio con la chiave apposita oppure smontarla, pulirla e ingrassare il filetto del bullone di fissaggio e poi rimontare con chiave dinamometrica;
C11_3
Bulloni di bloccaggio sella: uno degli errori più comuni è quello di serrare con troppa forza i bulloni che fissano le guide inferiori della sella al reggisella. Per questo bisogna controllarne il corretto serraggio;
C11_4
Guide inferiori sella: dopo parecchi chilometri di utilizzo, lo scafo della sella può cedere e il punto di fissaggio tra scafo stesso e guide inferiori può dar vita a dei giochi, che comportano mobilità e quindi scricchiolio. Per verificare la tenuta dello scafo, afferrate la punta della sella con la mano destra e la parte posteriore con la sinistra e provate a tirare e a spingere. Se la sella si muove e scricchiola, potete smontarla, pulirla e lubrificare i punti di attacco delle guide allo scafo con dello spray al PTFE o al silicone, oppure sostituire la sella in caso di usura elevata;

Ricordate sempre di controllare visivamente l’integrità dei componenti, verificando l’eventuale presenza di crepe, che possono portare a una rottura per fatica. Se possedete dei componenti in fibra di carbonio, afferrateli alle estremità e provate a farli flettere delicatamente: se emettono dei suoni strani e fastidiosi, non utilizzateli perché potrebbero essere criccati e condurrebbero a una pericolosa rottura di schianto. Meglio andare da un negoziante per farli visionare oppure acquistarne di nuovi.

shimano

Manubrio

Quando ci alziamo sui pedali una buona parte del nostro peso si scarica sul manubrio, facendone flettere le estremità e questa flessione può provocare degli scricchiolii.
C11_5
Per verificare l’integrità del manubrio, posizionatevi di fronte alla bici e afferrate le estremità del manubrio con le mani e provate ad applicare forze contrastanti: se avvertite un cigolìo è meglio smontare il componente e osservarlo per individuare delle crepe. Se il vostro manubrio è in fibra di carbonio e alla prova di flessione emette dei rumori strani, magari in seguito a una caduta, non utilizzatelo bensì portatelo da un negoziante per farne valutare l’integrità. Se la prova di flessione non ha dato alcun risultato significativo, le cause del rumore si possono ricercare in:
C11_6
Viti dell’attacco sul manubrio: controllate che le viti dell’attacco manubrio siano serratte correttamente, utilizzando una chiave dinamometrica. Potete anche smontarle, pulirle e ingrassarne i filetti, prima di rimontarle. Le quattro viti vanno serrate a croce, ovvero avvicinando di qualche giro di filetto quella in alto a sinistra, poi quella in basso a destra, poi quella in altro a destra e infine quella in basso a sinistra e così via, evitando di serrare tutta una vite e poi le altre.
C11_7
Viti dell’attacco sulla forcella: controllate che le due viti che bloccano l’attacco sul tubo forcella siano serrate correttamente, sempre con una chiave dinamometrica e rispettando le coppie di serraggio indicate dalla casa. Per chi, come la bici delle foto, possedesse un attacco manubrio classico, provate a estrarre la vite dell’espansore, a pulirla e a lubrificarne il filetto;
C11_8
Serie sterzo: una serie sterzo con problemi di usura, sporco o corrosione è portata a emettere rumori di sfregamento metallico. Provate a valutarne l’integrità tenendo tirato il freno anteriore e provando a spingere in avanti la bici, mantenendo la mano libera sulla serie sterzo. Se avvertite dei giochi, è bene revisionare la serie sterzo;
C11_9
Manopole cambio/freno: controllate il serraggio della vite che blocca la fascetta dei comandi cambio o freno (in base al tipo di comando montato). Afferrate poi il comando con una mano e provate a muoverlo e osservate se emette suoni strani.

Ruote

Le ruote di solito emettono rumori, sempre dando per scontato che siano state tensionate e centrate nel modo corretto e non vi siano problemi ai cerchi.
C11_10
Spesso però sono gli sganci rapidi a dare problemi, per cui conviene smontarli, pulirli e ingrassare la vite con del grasso bianco al litio. Prendete poi del lubrificante spray al teflon e date una spruzzata alla leva dell’eccentrico, che può ossidarsi. Inoltre fate attenzione a non serrare con troppa forza gli sganci rapidi, che devono essere sì chiusi ma non bloccati “a martellate”, poiché potrebbero far flettere i foderi e causare i famosi scricchiolii.

Trasmissione

C11_10b
La catena dovrebbe scorrere fluida tra i pignoni e le corone. Spesso questo non accade per un semplice motivo: mancanza di lubrificazione. Se al contrario la vostra catena è pulita e lubrificata, le cause possono dipendere da:
C11_11
Pedali: il perno dei pedali può arrugginire all’interno della pedivella, poiché l’acqua tende a dilavare il grasso. Smontate i pedali, pulite le filettature del perno e della pedivella e rimontate con grasso bianco al litio o grasso al rame, pulendo via l’eccedenza. Se i pedali emettono rumori e il corpo pedali “balla” sul perno, si può pensare di sostituirli oppure di effettuarne la completa manutenzione, tema che tratteremo a breve;
C11_12
Tacchette: se girate con pedali SPD e Look da strada, controllate che le tacchette siano ben fisse alla suola e non abbiano giochi che comportino rumorosità e piccoli spostamenti;
C11_13
Viti guarnitura: le viti che fissano le corone ai bracci della guarnitura possono allentarsi, per cui conviene controllarne il serraggio. Se il problema persiste si possono smontare, pulire e rimontare ingrassandone i filetti;
C11_14
Movimento centrale: provate a far girare i pedali e a mettervi in ascolto. Se sentite dei rumori o se la guarnitura non gira fluida, probabilmente c’è un problema al movimento centrale. Per averne una riprova afferrate le due pedivelle e provate a muoverle. Non devono spostarsi di un millimetro. Se lo fanno significa che c’è gioco dovuto all’usura dei cuscinetti e dovrete provvedere alla sostituzione del movimento centrale. Spesso però basta smontare guarnitura e pedivelle e dare una pulita e un’ingrassata al tutto per risolvere il problema.
C11_15
Deragliatore anteriore e catena: fate girare i pedali e osservate se per caso la catena non sfrega sulla parte interna di una delle due lame del deragliatore anteriore.
C11_15b
Se ciò avviene, regolatene i finecorsa per centrarlo correttamente sulla catena.

Altri aspetti

Se il rumore persiste anche dopo aver passato in rassegna i componenti indicati, non rimane che concentrarsi su:
C11_16
Portaborraccia: controllate il serraggio delle viti e l’integrità del componente stesso, che può criccarsi per usura o in seguito a una caduta;
Portapacchi: verificate il corretto serraggio di tutte le viti e l’integrità dei tubi che compongono il portapacchi e le strutture di aggancio alla bicicletta, per individuare eventuali pieghe o crepe;
C11_17
Cavi e guaine: alzate la bici dalla parte della ruota anteriore e muovete il manubrio e osservate se per caso i cavi freno o cambio sbattano sul telaio. Per risolvere il problema basterà applicare del nastro adesivo da elettricista (il classico nastro isolante) in corrispondenza della zona di contatto;
C11_18
Valvola camera d’aria: controllate che la ghiera di bloccaggio della valvola sul cerchio sia ben serrata, poiché con le vibrazioni tende ad allentarsi.
C11_19
Se la vostra valvola non è dotata di ghirera o l’avete persa, potete bloccare la valvola con una striscia di nastro adesivo da elettricista, come in foto.

corsi meccanica ciclistica

2 Risposte a Bici rumorosa: cause e soluzioni

  1. luca ha detto:

    ciao, marca dello zainetto sotto sella?grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter


Privacy