MENU

La pista ciclabile del fiume Nahe, in Germania

Germania, Itinerari • di

Naheradweg

Un tratto di foresta lungo la pista ciclabile

Il fiume Nahe parte dallo stato del Saarland in Germania per tuffarsi poi nel Reno. I corsi d’acqua sono spesso fra i luoghi migliori per pedalare (basta seguirne la direzione di scorrimento e si è sicuri di andare sempre in discesa), e questo non fa eccezione, tanto che è il protagonista di un importante itinerario: la pista ciclabile del fiume Nahe appunto (Naheradweg in tedesco).

Il percorso è lufiume-nahe-ciclabile-germaniango poco più di 127 chilometri, ed è quasi sempre in discesa: la partenza è a 480m slm, mentre l’arrivo (alla confluenza con il Reno) è a 80m slm. Le poche salite presenti sono comunque molto brevi e facili.

Il percorso scorre in gran parte su una pista ciclopedonale, mentre alcuni tratti sono su strade locali di campagna con scarsissimo traffico. E’ interamente segnato con cartelli bianco-verdi. Si attraversano spesso piccoli villaggi, molti dei quali serviti da una stazione ferroviaria. Per tutti questi motivi, questo itinerario è indicato anche per principianti e famiglie.

Questa pista ciclabile del fiume Nahe permette di immergersi in uno dei paesaggi più belli che la Germania possa offrire, con campi coltivati, colline coperte di vigneti, foreste, villaggi ordinati, il tutto con lo sfondo del fiume, fino ad arrivare alla più famosa valle del Reno dove lo spettacolo continua. E’ questa forse la Germania più “vera”, senza nulla togliere alle attrazioni di città a maggiore vocazione turistica.

Come arrivare: Il villaggio di Türkismühle, che si incontra 11km dopo la partenza della pista ciclabile, è raggiunto dalla ferrovia; da lì si può prendere un autobus per Selbach oppure percorrere quei pochi km in senso contrario per raggiungere la fonte del fiume Nahe.

Mappa

Altimetria

Profilo altimetrico pista ciclabile fiume Nahe

Traccia gps gps-santiagoMappa kmlmappa-cammino

Descrizione del percorso

Naheradweg

La traccia gps inizia esattamente dalla fonte del fiume Nahe, segnata da un muretto di pietre e da una lapide nascoste in un ameno boschetto nei dintorni di una riserva naturale nella quale è possibile anche ammirare degli esemplari di cervi. Fin da subito scopriamo una delle caratteristiche del percorso, la sua tortuosità: come spesso accade quando si segue un fiume che serpeggia fra le colline i tratti in rettilineo sono rari. Si pedala in questa prima parte nel cuore del parco Naturale Saar-Hunsrück. Dopo soli 6,5 km si arriva al Bostalsee, un lago artificiale nato nel 1979 e oggi usato soprattutto per attività sportive.

Continuando fra le varie curve attorno alle colline, spunta improvvisamente davanti agli occhi l’alta torre del castello di Nohfelden (Burg Veldenz, 15,5km), risalente nel suo nucleo originario al 1285. Se si arriva fra aprile e ottobre è possibile visitare la torre gratuitamente.

Naheradweg

Se i castelli vi piacciono, fate attenzione quando arrivate al chilometro 41: vi troverete sulla sinistra orografica del fiume, con alla vostra sinistra una collina dominata dal villaggio di Sonnenberg; attraversando il fiume con un ponte, e poi la strada principale con un sottopassaggio, potete arrivare in poche centinaia di metri a un altro magico castello immerso nel verde, quello di Frauenberg, una deviazione assolutamente consigliata.

La cittadina di Oberstein (49km) è il centro principale della regione, dominata da alcune grosse formazioni rocciose su cui sorgono una chiesa e, immancabile, un castello; potete notarle in questo quadro dal gusto decisamente romantico risalente al 1875.

Naheradweg

Nei dintorni di Oberstein si pedala in un paesaggio un po’ più antropizzato di quello a cui ci si era abituati fino a quel momento. Dopo qualche chilometro però ci si torna a immergere in un paesaggio più naturale, con meno coltivazioni e più foreste rispetto alla prima parte, anche perché qui le colline sono più marcate (ma si pedala sempre in fondovalle per cui non ci sono difficoltà alimetriche). Attraversando Kirn (66km) attardatevi a fare qualche giro nel piccolo centro storico, che presenta alcuni interessanti esemplari di Fahwerkhaus, “case a graticcio” con le travi in vista tipiche della Germania e non solo.

Per molti chilometri si continua lungo un paesaggio simile, tranne per il fatto che i vigneti cominciano a farsi più frequenti, segnale che ci si sta avvicinando alla valle del Reno. Se volete aggiungere un altro castello alla vostra ormai ricca collezione, potete farlo a Schloßböckelheim (90km). In diversi tratti in questa zona il fiume scorre incassato fra ripide falesie.

Naheradweg

Le falesie lungo il percorso

Le colline terminano improvvisamente all’altezza di Bad Kreuznach (105km), la città più grande attraversata da questa pista ciclabile del fiume Nahe, che ci introduce all’ampia valle del Reno; il percorso passa accanto a uno dei punti di maggiore attrazione della città: il ponte antico.

Naheradweg

In pochi chilometri completamente pianeggianti si giunge al Reno, proprio all’altezza di uno dei punti più belli: la voglia di pedalare è ancora tanta.

Collegamenti con altri itinerari

La pista ciclabile del fiume Nahe scorre in una regione molto densa di bei percorsi cicloturistici.

Il collegamento più diretto è con due percorsi Eurovelo: EV15 (la pista ciclabile del fiume Reno) ed EV4 (che attraversa tutta l’Europa centrale partendo dalla Normandia e terminando a Kiev), tramite i quali volendo si può continuare a pedalare per giorni e giorni.

Dall’altro lato invece, a una cinquantina di chilometri a ovest del punto di partenza di questo itinerario, si trova il confine fra Lussemburgo, Francia e Germania, sul quale convergono anche EV5 (che collega questa zona con la Gran Bretagna a nord e con l’Italia a sud) e la pista ciclabile della Mosella.

Altri percorsi non lontani sono quello sul fiume Kyll e la strada del vino.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *