Attentato a New York sulla pista ciclabile

1 Novembre 2017

Nella giornata di ieri, quando in Italia erano le 20, un uomo di 29 anni ha compiuto un attentato a New York usando un piccolo camion preso a noleggio.

attentato new york

L’attentatore ha imboccato con il suo mezzo una pista ciclabile, investendo i ciclisti che la percorrevano. 8 persone sono morte, e 11 sono rimaste ferite. Nello scendere dal suo veicolo dopo un impatto, l’attentatore avrebbe urlato “Allahu Akbar” secondo quanto riportano i testimoni; si è poi allontanato a piedi, ma è stato fermato dalla polizia.

Non è la prima volta che un mezzo a motore viene usato come arma per compiere un attentato, si tratta di un copione già visto in precedenza a Barcellona, a Nizza e altrove; finora vittime designate erano stati cittadini a piedi, questa volta è toccato a un gruppo di persone in bicicletta.

Dopo un attentato compiuto con pistole e fucili, parte sempre il dibattito sul possesso delle armi. Non sarà ora di aprire un dibattito anche sulla presenza delle automobili in città?

La nostra posizione al riguardo è chiara, e l’abbiamo espressa più volte. Leggi: quelle auto lanciate sulla folla.

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.799
Acquista
Meccanica Base 1
199
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti