Belle storie di bici: scriviamo assieme il Bikemeron

6 Marzo 2020

Correva l’anno 1348 e, mentre a Firenze imperversava la peste nera, un gruppo di giovani uomini e donne trovano rifugio nella campagna Toscana dove, per ingannare il tempo, si intrattennero raccontando novelle a carattere umoristico.

Se la storia vi risulta familiare è perché questo è il contenuto dell’opera più importante della letteratura mondiale del XIV secolo: il Decameron di Giovanni Boccaccio.

In questo momento il nostro Paese sta affrontando un momento estremamente difficile a causa di un’epidemia di portata sicuramente inferiore alla peste nera ma che non fa certo meno paura. I momenti di aggregazione sociale sono stati cancellati e gli spazi di aggregazione digitale sono pervasi dal terrore del Coronavirus e delle sue ripercussioni, al punto che, davvero, viene voglia di chiudere tutto e andarsene in campagna, con qualche buon amico e raccontarsi delle belle storie.

Solo che oggi è tutto più complicato e andare offline non è per certi versi possibile. Per questo vogliamo dare un piccolo contributo per rendere internet e i social dei luoghi migliori, in cui veicolare contenuti resilienti, storie che ci possano aiutare ad affrontare questo periodo oscuro, aneddoti che possano portare un po’ di ottimismo che è forse la cosa di cui in assoluto abbiamo più bisogno in questo momento.

L’idea è quindi di creare un Bikemeron, ovvero una raccolta di racconti in cui la bici svolge una funzione catartica, di miglioramento della situazione precedente. E qui ci serve il contributo di voi lettori a cui chiediamo di inviarci le vostre storie in cui raccontate di come la bicicletta vi ha salvato la vita, vi ha fatto uscire da un periodo buio o vi ha portato a vedere la vita in un modo diverso e migliore.

Inviateci quindi i vostri racconti di bici all’insegna dell’ottimismo all’indirizzo [email protected] affinché possiamo pubblicarli, uno al giorno, fino alla fine di questo periodo terribilmente oscuro che stiamo vivendo.

Lascia un commento

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti