Trenord si rimangia il divieto: le bici potranno salire di nuovo sui treni

26 Giugno 2020

Cancellato il divieto di salire con le bici sui treni delle linee Trenord in Lombardia: è stato trovato un accordo tra i sindacati dei trasporti per consentire di nuovo la salita delle biciclette dopo lo stop messo in atto dall’azienda che aveva fortemente penalizzato i rider ma anche creato notevoli difficoltà al settore cicloturistico della Lombardia, come riportato da Bikeitalia.

Fin da subito avevamo considerato come insensata e discriminatoria la misura del divieto che colpiva in particolare i rider, i lavoratori del delivery food, ora dopo l’incontro con i sindacati Filt Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporti Trenord ha fatto marcia indietro e si è rimangiato il divieto di accesso alle carrozze: “Rispetto alle richieste delle segreterie – si legge nella nota dei sindacati – l’azienda di trasporto ha presentato una serie di soluzioni atte a superare le problematiche”.

In particolare, come riporta l’Ansa, sono stati individuati “una serie di treni sulle direttrici a maggior frequentazione e negli orari di maggior affluenza da parte dei rider, sulla quale dedicare delle carrozze ad uso esclusivo per il trasporto di biciclette in modo da poter garantire a tutti i passeggeri un viaggio in totale sicurezza. Su questi treni potranno trovare spazio dai 70 ai 100 rider. L’operatività – spiega la nota – avrà inizio nel fine settimana”. Dunque a partire da sabato 27 giugno 2020.

Tutto è bene quel che finisce bene, certo, ma sono servite diverse manifestazioni pubbliche e proteste eclatanti come la “Strike Mass” – per cancellare un provvedimento iniquo – e anche episodi brutti come quello del rider Emma, a cui è stata negata la possibilità di prendere l’ultimo treno per tornare a casa.

Constatiamo, come fanno anche i sindacati nella loro nota, che al tavolo delle trattative c’erano due grandi assenti: la Regione Lombardia e le imprese di delivery. Questa mancanza di attenzione per un tema come quello dell’intermodalità e del diritto alla mobilità dei lavoratori, soprattutto in vista di una riorganizzazione dei trasporti, costituisce un serio problema per poter instaurare un dialogo costruttivo sulle strategie di mobilità del futuro.


  

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.799
Acquista
Meccanica Base 1
199
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti