Chi va in bici è più forte contro il Covid-19

21 Ottobre 2020

Un recente studio ha dimostrato come chi vada in bici sia più forte contro le infezioni da Covid-19. Lo studio, dal titolo “Maximal Exercise Capacity is Inversely Related to Hospitalization Secondary to Coronavirus Disease 2019”, pubblicato il 5 Ottobre 2020 sul giornale Mayo Clinic, ha comparato lo stato di forma e il decorso della malattia.

Bici Covid

Sono stati presi in esame 246 soggetti. Tutti questi soggetti hanno svolto, per diverse motivazioni, un test da sforzo per valutare la capacità aerobica e cardiaca tra il 2016 e il 2020. Quest’anno poi hanno contratto l’infezione da Covid-19, con decorso che va dall’essere asintomatici all’ospedalizzazione in terapia intensiva. I ricercatori hanno confrontato i risultati dei test da sforzo eseguiti e il decorso della malattia.

È emerso che gli 89 soggetti che sono stati ospedalizzati mostravano nei test precedenti un livello di capacità aerobica inferiore a chi aveva avuto un decorso più leggero. La capacità aerobica definisce la capacità dell’organismo di utilizzare l’ossigeno per produrre energia durante uno sforzo. È un parametro che dipende da numerosi fattori (salute del cuore, capillarizzazione dei muscoli, densità dei mitocondri nelle cellule muscolari) ed è migliorabile attraverso un allenamento di resistenza.

Uno dei modi più efficaci per migliorare la capacità aerobica è appunto l’allenamento aerobico di resistenza e in questo la bici è tra le scelte più efficaci, poichè consente di mantenere il distanziamento sociale e ha meno impatti e traumi rispetto alla corsa.

Ciò che emerge da questo studio è che l’attività fisica è uno strumento per combattere la diffusione del virus. Ridurre le possibilità degli italiani di effettuare attività fisica significa esporli a un maggior rischio di sviluppare sintomi gravi in caso di infezione da Covid-19 e non il contrario.

Chi va in bici è più forte contro il Covid-19.

Per chi vuole leggere lo studio, lo trova a questo link.

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti