Ucraina: l'iniziativa di Mikael Colville-Andersen per donare bici ai rifugiati - Bikeitalia.it

Ucraina: l’iniziativa di Mikael Colville-Andersen per donare bici ai rifugiati

3 Giugno 2022

Si chiama “Bikes 4 Ukraine” ed è l’iniziativa lanciata da Mikael Colville-Andersen, l’urbanista danese guru mondiale della ciclabilità, per donare bici ai rifugiati ucraini che in questi giorni si sono spostati nella città di Leopoli, la più grande dell’Ucraina occidentale, a 70 chilometri dal confine con la Polonia. Molti di loro sono giunti lì in auto, fuggendo dai bombardamenti e dagli attacchi che l’esercito russo ha concentrato nell’est del Paese: si stima che siano circa 200.000 gli ucraini che hanno cercato rifugio a Leopoli.

Bikes4Ukraine logo
Ucraina: la raccolta bici danese per i rifugiati

Questo enorme afflusso di persone in auto ha di fatto paralizzato la città di Leopoli, rendendo difficile la circolazione e sovraccaricando il trasporto pubblico. Il dipartimento dei trasporti di Leopoli, individuando la bicicletta come mezzo migliore per muoversi in città soprattutto in questo frangente, ha contattato allora Mikael Colville-Andersen per studiare una soluzione. Lui ha aderito entusiasticamente e creato una piccola squadra di volontari specializzati con l’obiettivo di convincere i suoi cittadini di Copenaghen a donare le loro biciclette da dismettere (ma ancora in buono stato) per questa nobile causa.

“Loro avevano bisogno di biciclette e di know-how per poter diffondere la cultura della bicicletta in modo rapido: noi in Danimarca abbiamo entrambe le cose, quindi ovviamente mi sono sentito in dovere di aiutarli”, commenta Colville-Andersen. Ogni anno nella capitale danese sono circa 400.000 mila le biciclette che vengono dismesse: l’obiettivo di questa iniziativa solidale è di intercettare una buona quota-parte di esse per poter aiutare i rifugiati ucraini che si sono concentrati nella città di Leopoli.

Inizialmente, “Bikes 4 Ukraine” organizzerà il 12 giugno la raccolta delle prime 2.000 biciclette dismesse nel centro di Copenaghen. Dopo un controllo sanitario verranno trasportate su camion a Leopoli. Dopo questa prima fase, verranno inoltre progettate e installate piste ciclabili pop-up attraverso una vasta zona ciclabile di 20 chilometri.

Il progetto complesso e in rapida evoluzione avrà bisogno di circa 2 milioni di corone danesi (al cambio circa 270.000 euro) di fondi, per supportare la logistica e l’acquisto di attrezzature per piste ciclabili.

Per donare è possibile contribuire tramite la piattaforma GoFundMe.

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti