Roma: Ciclabile Umana a Porta Pia e convegno sulla ciclabilità all’Appia Antica

16 Dicembre 2022

La Ciclabile Umana sbarca anche a Roma in un venerdì di metà dicembre: freddo, pioggia, sciopero dei mezzi pubblici e orario mattiniero (7:30) non hanno scoraggiato i cicloattivisti che hanno protetto con i loro corpi e le loro bici il tratto di ciclabile in Viale del Policlinico, a ridosso del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Ciclabile Umana Roma Fatece Largo Porta Pia
Roma Ciclabile Umana “Fatece Largo!” #1 vicino a Porta Pia, sede del MInistero delle Infrastrutture e dei Trasporti

“Fatece Largo!”

Il luogo scelto per questo primo flash mob “Fatece Largo!” #1 – dal momento che prossimamente ne seguiranno altri – è stato proprio a Porta Pia: lì dove la Ciclabile Nomentana finisce nel parcheggio del Ministero e dove la corsia ciclabile non protetta in Viale del Policlinico fino a Piazza della Croce Rossa è spesso utilizzata impropriamente come parcheggio da chi guida un’automobile.

Ciclabile Umana a Porta Pia

La manifestazione – realizzata seguendo i consigli del toolkit ideato dai promotori della prima iniziativa in tal senso a Milano – è andata in scena a pochi metri dal presidio di martedì 13 dicembre #Bastamortinstrada #Bastamortinbici ed è stata trasmessa in diretta sui canali dell’Associazione Salvaiciclisti Roma.

“Roma Riparte pedalando”

Un venerdì, quello di oggi a Roma, all’insegna delle due ruote anche per quanto riguarda il lato istituzionale: all’ex Cartiera Latina – in Via Appia Antica 42 – si è tenuto il convegno “Roma Riparte pedalando” in cui l’assessore alla Mobilità Eugenio Patanè ha fatto il punto della situazione sulla ciclabilità capitolina e ha coordinato una mattinata di lavori con relazioni sulle opere in corso di realizzazione e un cronoprogramma.

L’assessore Patanè ha annunciato l’istituzione di un ufficio di scopo per la sicurezza stradale e di un ufficio della ciclabilità, per affrontare in modo più strutturato due temi stringenti e all’ordine del giorno per l’amministrazione.

La registrazione integrale dell’appuntamento è presente a questo link di YouTube:

In questo convegno-fiume di oltre 4 ore, oltre ai macrotemi afferenti al PUMS e al Biciplan in corso di realizzazione, sono emersi a mio avviso alcuni contenuti interessanti per quanto riguarda lo stato dell’arte della ciclabilità a Roma, che vale la pena di riportare brevemente qui.

Anna Donati: 154 km di ciclabili, 57 milioni di euro

La presidente e AD di Roma Servizi per la Mobilità Anna Donati ha fatto il punto della situazione dello stato attuale della ciclabilità a Roma, comunicando quello che realisticamente potrà essere realizzato in vista del Giubileo 2025 ed entro la fine della consiliatura, vale a dire 154 km di ciclabili per 57 milioni di euro già stanziati (dettagli nelle foto del tweet):

GRAB: i lavori partiranno a settembre 2023

Un altro dei temi toccati durante il convegno “Roma Riparte pedalando” riguarda il GRAB – Grande Raccordo Anulare delle Bici – i cui lavori partiranno a settembre 2023, come confermato da Angela Verdi, referente del settore ciclabilità di Roma Servizi per la Mobilità (dettagli nelle foto del tweet).

Come sottolineato da Verdi, il GRAB come ciclovia turistica rappresenta un’opportunità per lo sviluppo della ciclabilità urbana perché modifica i territori che attraversa rendendoli più a misura di bici, dunque più sicuri per gli utenti fragili della strada.

Via Francigena: nuovo accesso a Roma

Per i pellegrini che giungono a Roma a piedi e in bici, al momento, l’ultimo tratto della Via Francigena per arrivare a San Pietro non è certo un bel biglietto da visita per la Città Eterna. L’intenzione – d’intesa con RFI – è di allungare la ciclabile di Monte Ciocci fino alla Stazione San Pietro e poi, attraverso il ripristino del ponte ferroviario verso Città del Vaticano, creare un nuovo accesso a Roma per chi utilizza la Via Francigena. Un obiettivo programmatico per il Giubileo 2025 ormai in dirittura d’arrivo.

Masterclass in Meccanica Ciclistica

Trasforma la tua passione in una professione

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti