Scegliere il tiraraggi giusto
MENU
Fiera del Cicloturismo - bikeitalia.it

Scegliere il tiraraggi giusto

Attrezzi, Bikelife, Meccanica • di

Tiraraggi_1

Quando si effettua la centratura di una ruota, la sua tensionatura da zero o si sostituisce un raggio rotto, uno degli aspetti più importanti è la scelta del tiraraggi, che deve essere della corretta dimensione e forma. Usare un tiraraggi non idoneo infatti può portare a spanare i nippli, rendendoli impossibili da allentare e quindi costringendoci a tagliare il raggio. Per evitare questa disgraziata situazione in questo articolo vedremo quali sono le linee guida da seguire nella scelta del tiraraggi e quali le forme costruttive utilizzate dalle principali case produttrici di ruote.

Anatomia di un tiraraggi

Tiraraggi_2

Il tiraraggi è lo strumento principe per lavorare sulle ruote, ancora di più del centraruote. Infatti sbagliare il tiraraggi comporta una sostanziale perdita di tempo, l’impossibilità di centratura della ruota e spesso la deformazione dei nippli. Un nipplo deformato è difficile da allentare e l’extrema ratio da mettere in pratica è la tranciatura del raggio, con i costi e i tempi che ne derivano. Per questo è bene spendere qualche minuto nella scelta del tiraggi e soprattutto farsi un po’ di cultura sulle varie forme e dimensioni di questo strumento di lavoro.
Le regole base per la scelta del tiraraggi sono le seguenti:
Tiraraggi_3

Ebook "Attrezzi per la manutenzione della bici"

Scarica Gratis

Tiraraggi_4

Foggia: la testa del tiraraggi deve avere la medesima forma del nipplo, per potersi innestare su tutte le facce e avvitarlo senza spanarlo o senza arrotondarne gli spigoli. Solitamente sentirete parlare di tiraraggi quadrati, Mavic, Shimano, DT Swiss ecc…si tratta della forma costruttiva della testa, che è adatta a lavorare su un particolare tipo di nipplo, spesso proposto da una determinata casa produttrice. Per questo è bene possedere un assortimento completo di tiraraggi, per non trovarsi impreparati quando dovremo mettere mano a un particolare tipo di ruota;
Tiraraggi_5

Tiraraggi_6

Dimensione: altro aspetto fondamentale è la dimensione del tiraraggi, che deve corrispondere a quella del nipplo. Solitamente la dimensione viene espressa in mm o con un numero progressivo (questo accade spesso con i tiraraggi universali). Per capire la dimensione esatta del tiraraggi da utilizzare, ci sono due sistemi pratici. Il primo è quello di misurare con il calibro la grandezza del nipplo e di usare il tiraraggi corrispondente. Nella seconda invece si fa calzare il tiraraggi direttamente sul nipplo e si controlla l’accoppiamento. Quest’ultimo deve essere deciso e preciso ma non eccessivamente forzato. Infatti usare un tiraraggi troppo piccolo è pericoloso quanto usarne uno grande;
Tiraraggi_7

Tiraraggi_8

Ergonomia: i tiraraggi vengono proposti in due formati, quelli tondi da far girare con le dita e quelli piatti, simili a una piccola chiave inglese. Quale usare? Oltre a esigenze e preferenze personali, è meglio usare i tiraraggi tondi quando si sta effettuando la tensionatura da zero e quindi ci si trova spesso a dover serrare i nippli di uno o più giri alla volta. Questo tipo di forma ergonomica infatti consente di avvitare rapidamente senza perdere tempo. I tiraraggi piatti invece offrono la possibilità di fare parecchia forza (grazie al braccio di leva più lungo) e quindi sono adatti per le microregolazioni finali, quando la tensione da aggiungere è poca, oppure per smuovere in nipplo inchiodato. Il vantaggio dei tiraraggi piatti sta nel fatto che alle due estremità presentano due dimensioni diverse, racchiundendo così due utensili in un unico corpo.


Ti potrebbero interessare anche i nostri Corsi Bikeitalia di Meccanica Ciclistica: clicca qui!


Per scegliere il tiraraggi giusto dobbiamo conoscere la forma e la dimensione dei nippli proposti dalle case produttrici, per non rimanere sprovvisti dei più comuni e non poter procedere al lavoro.

Le forme dei nippli

Tiraraggi_9

Qui di seguito un utile specchietto (che potete stampare e appendere nella vostra officina) che riporta le forme più comuni dei nippli, proposte dalle diverse case costruttrici. Io ho organizzato una piccola cassetta attrezzi, nella quale ho diviso nei vari scomparti i tiraraggi, disponendoli per forma e dimensione, in modo da averli tutti sempre sottomano e poterli recuperare in fretta.

Produttore Forma Dimensione
Shimano Quadrata 3.75mm
Quadrata 4.4mm
Campagnolo Esagonale 5.5mm
Esagonale 6mm
Mavic Stella a 6 punte / 1 5.5mm
Stella a 6 punte / 2 7mm
Stella a 6 punte [vecchio standard] 9mm
Stella a 7 punte 6.4mm
DT Swiss Torx Unificata
Vari marchi Quadrato 1.30” – 3.3mm
Quadrato 1.36” – 3.45mm
Quadrato 1.56” – 3.96mm
Quadrato 0.127” – 3.23mm

Concludendo

Tiraraggi_10

Conoscere le diverse forme e dimensioni dei nippli (e di conseguenza dei tiraraggi) è la base di chiunque voglia imparare a costruire ruote o semplicemente a centrale con cognizione di causa. Come sempre avviene nel mondo della bicicletta niente è standard e ogni casa produttrice fà quel che ritiene giusto, per cui a noi non rimane altro che armarci di pazienza e di una notevole quantità di tiraraggi diversi.






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *