MENU
viaggi girolibero

Sicurezza stradale, arrivano gli spot del Ministero

News • di 14 Novembre 2013

spot buona strada

Si chiama “Sulla Buona Strada” ed è la nuova campagna del Ministero Infrastrutture e Trasporti dedicata alla sicurezza stradale che partirà dal prossimo 18 novembre.

La nuova campagna di sensibilizzazione è composta di spot televisivi, radiofonici, cinematografici, web, Twitter, affissioni e pubblicazioni su quotidiani e periodici. I bambini sono il filo conduttore di tutte le creatività e, fanno sapere dal ministero, un’attenzione particolare sarà rivolta ai giovani attraverso il web e i social network, in particolare Twitter.

“I nuovi spot – spiega il Sottosegretario Erasmo D’Angelis – puntano su un’azione di costante informazione e responsabilizzazione sulle problematiche della circolazione, della sicurezza stradale e dei diritti e doveri da rispettare per tutte le categorie di utenti della strada. La responsabilizzazione di chi guida e di tutti gli altri utenti della strada è l’infrastruttura fondamentale per aumentare la sicurezza e ridurre le stragi sulle nostre strade. […] Abbiamo il dovere morale prima che politico di ridurre le stragi sulle nostre strade, e se è certamente positivo il dimezzamento di morti e feriti negli ultimi anni grazie anche a maggiori controlli di Polstrada e forze dell’ordine, alla patente a punti e agli alcooltest, il 2012 si è chiuso con 3.653 morti e 264.716 feriti e negli ultimi 12 anni per incidenti stradali sono morte 63.941 persone con 3.918.352 feriti e invalidi, con costi umani e sociali elevatissimi e una spesa sanitaria per il solo soccorso per oltre 600 milioni. E’ come se fosse sparita una città come Siena e se fossero feriti o invalidi tutti gli abitanti di Roma. Per questo mettiamo al centro la sicurezza stradale”.

I temi portanti della campagna sono 3: rispetto dei pedoni, rispetto dei limiti di velocità e sensibilizzazione all’uso dei seggiolini per i bambini. Fonti interne al Ministero fanno sapere che era pronta anche una campagna appositamente dedicata ai ciclisti ma che, non avendo incontrato il parere favorevole delle associazioni, è stata prontamente ritirata.

Di seguito i tre video che saranno presto trasmessi.







Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *