Silvio, la sua bici elettrica e la libertà di pedalare

12 Maggio 2014

(Oggi ospitiamo un articolo di Silvio, autore del blog LiberSum)

Il 7 maggio scorso ho raggiunto un traguardo che personalmente ritengo molto importante: sono salito in sella alla mia inseparabile e-bike Frisbee Dolomites per ben la quarantesima volta nel corso del 2014, un fatto che non accadeva da più di 40 anni, periodo in cui baldo e giovane correvo in bicicletta con la storica S.C. Padovani. Complice anche un inverno mite nella provincia padovana, ho avuto la possibilità di uscire e pedalare ad una media di ogni 3/4 giorni.
Silvio e la sua bici elettrica

Il contachilometri sul manubrio della e-bike ha registrato una percorrenza totale di 2.820 km e la mia condizione fisica è in continuo miglioramento, tanto che mi sto avvicinando al mio peso forma ideale, una cosa impensabile fino a qualche mese fa. Se da un lato il mio fisico in “carne ed ossa” è migliorato, dall’altro anche i “freddi” ingranaggi della mia e-bike Dolomites non hanno mai manifestato sintomi di cedimento, non sono dovuto ricorrere ad alcun intervento di manutenzione straordinaria e tutto funziona alla meraviglia, dimostrando la sua grande affidabilità.

Silvio e la sua bici elettricaNonostante molti possano considerare la bicicletta a pedalata assistita come una sorta di “motorino”, dove basta girare la manopola dell’acceleratore per iniziare a macinare chilometri, il suo reale funzionamento è molto più complesso e diverso dall’opinione comune. Infatti il motore può essere azionato solo contestualmente alla pedalata e, quello che definisco io “aiutino”, smette di funzionare appena si interrompe la pedalata muscolare. Questo significa avere un aiuto nei momenti di difficoltà, ma anche un’incentivo a uscire più frequentemente, perché si può scoprire o riscoprire (come nel mio caso) il piacere di andare in bicicletta e godere della bellezza dei paesaggi che ci circondano, che nel nostro paese sono veramente tanti e in alcuni casi addirittura “dietro l’angolo”.

Come dice il mio amico Vanni, uno dei precursori e grande conoscitore delle e-bike, nonché mio compagno di avventure, appena ci si prende la e-bike si inizia con qualche uscita settimanale, poi si prende gusto e si vorrebbe uscire tutti i giorni, ovviamente impegni permettendo. Proprio con questo spirito mi sono avvicinato al mondo della bicicletta a pedalata assistita, non sono a caccia di alcun record, mi piace solamente pedalare e divertirmi variando gli itinerari e i percorsi uscita dopo uscita. Così mi ritrovo anche ad affrontare salite con pendenze importanti senza sottopormi a sforzi inutili che potrebbero ripercuotersi sul mio stato di salute, perché il mio “aiutino” è sempre pronto a togliermi da situazioni difficili.

Silvio e la sua bici elettricaUn altro mito da sfatare è il fatto che questo tipo di bicicletta ha sempre il motore operativo. Non è così, infatti è il ciclista a decidere se e quando utilizzarlo. Grazie a questa caratteristica fondamentale, sono riuscito a bruciare un bel po’ di grassi, perché azionando il motore solo nei momenti critici, ho la possibilità di lavorare quasi sempre nel regime aerobico. In questo modo consumo principalmente una miscela di grassi e zuccheri senza produrre l’acido lattico, che mi farebbe percepire la fatica muscolare e desistere dal salire in sella i giorni successivi.

Il segreto che mi ha permesso di percorrere quasi 3.000 km in poco più di 5 mesi, è stata proprio la mia fedele e-bike Frisbee Dolomites. Il suo aiuto non è stato solo fisico, ma anche mentale perché in qualsiasi situazione mi trovassi, o mi troverò nelle uscite future, ho la certezza di arrivare a destinazione ancora in forze e non stanco stremato.

Sul mio blog www.libersum.it, chiamato così perché ritengo la bici a pedalata assistita un mezzo in grado di rendere tutti “liberi di pedalare”, da chi è fuori forma a chi è diversamente giovane; potete seguire i percorsi e gli itinerari che affronto ogni settimana e se volete unirvi con la vostra e-bike o bici solo “muscolare”, siete sempre i ben accetti.

Silvio e la sua bici elettrica

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.799
Acquista
Meccanica Base 1
199
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti