“Cuore, gambe, piede a terra”, da Filottrano a Roma con la Fondazione Michele Scarponi

21 Settembre 2020

Ci sono pedalate che hanno un valore particolare, perché rappresentano il compiersi di un’azione concreta. Si sale in sella per tanti motivi diversi, ogni pedalata è unica nel suo genere: non solo per il percorso e l’intensità nell’affrontarlo, ma anche per lo stato d’animo con cui ci si predispone ad affrontare il tragitto.

Quella che parte oggi, lunedì 21 settembre 2020, da Filottrano con destinazione Roma è un’impresa-a-pedali particolare: “Cuore, gambe, piede a terra” è il nome della pedalata di 315 chilometri che la Fondazione Michele Scarponi Onlus ha organizzato per portare all’attenzione delle amministrazioni e dell’opinione pubblica il suo messaggio di sicurezza stradale per gli utenti fragili.

Una pedalata in cinque tappe – Filottrano/Camerino, Camerino/Bevagna, Bevagna/Bolsena, Bolsena/Calcata, Calcata/Roma – che arriverà nella Capitale proprio venerdì 25 settembre, giorno in cui Michele avrebbe compiuto 41 anni, e si concluderà virtualmente a Porta Pia davanti al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

In testa ci sarà Marco Scarponi, fratello di Michele e segretario generale della Fondazione, che racconterà con post e video su Facebook il viaggio all’insegna della scoperta lenta del territorio e gli incontri con le amministrazioni e le persone.

➡️ Ultimo giro di ricognizione e preparativi sulle strade intorno a Filottrano: domani partiamo per Roma e vi…

Gepostet von Fondazione Michele Scarponi am Sonntag, 20. September 2020

Nel corso di questi cinque giorni pedalerò anch’io insieme a Marco, accompagnandolo in questo viaggio nel cuore dell’Italia: la Fondazione, in questi tre anni, ha portato il suo messaggio sulla sicurezza stradale in ambiti diversi, utilizzando un linguaggio nuovo e realizzando progetti concreti – come il docufilm “Gambe” – per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema.

L’obiettivo di questa pedalata è anche quello di raccogliere fondi e promuovere la partecipazione della Fondazione Michele Scarponi al Giro-E, che si correrà dal 4 ottobre sulle stesse strade della Corsa Rosa: un modo per riportare Michele al Giro con una squadra che porta il suo nome e farlo essere finalmente Capitano, come lo sarebbe stato nel 2017 che invece lo ha visto vittima della violenza stradale.

Si può sostenere il progetto del Giro-E facendo una donazione a favore della Fondazione Michele Scarponi attraverso 3 modalità:

1) PayPalhttps://www.paypal.com/donate…

2) gofundmehttps://www.gofundme.com/f/al-giro-con-michele

3) Bonfico bancario > IBAN: IT53L0854937360000010140274
[causale “Al Giro con Michele]

➡️ Al Giro con Michele: “Cuore, gambe e piede a terra” Una raccolta fondi e una pedalata da Filottrano a Roma per…

Gepostet von Fondazione Michele Scarponi am Mittwoch, 26. August 2020

“In questi tre anni ho conosciuto tanti familiari di vittime della violenza stradale. Ho scoperto ad esempio che un genitore che perde un figlio, non ha una parola nella nostra lingua che lo definisca. E neanche un fratello che perde un fratello ce l’ha. Il dolore generato da questo sistema di mobilità continua ad essere troppo per un Paese Civile”, si legge in un passaggio della lettera aperta “Caro Michele ti scrivo” pubblicata da Marco Scarponi sulla pagina Facebook della Fondazione.

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.799
Acquista
Meccanica Base 1
199
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti