Per la presentazione del Ronde le Fiandre hanno superato se stesse

3 Aprile 2021

Le tradizioni vanno rispettate e quest’anno il Giro delle Fiandre 2021 torna nella consueta posizione del calendario, la prima domenica di aprile, il giorno 4: sarà dunque una giornata di Pasqua all’insegna dei Muri del Ronde van Vlaanderen e dell’avvincente sfida sul pavé e sulle salite che hanno fatto la storia del ciclismo fiammingo e mondiale e rappresenta sempre uno degli appuntamenti più attesi del World Tour.

Un’edizione che però, a causa delle restrizioni dovute al Covid-19 che già lo scorso anno fecero slittare l’appuntamento a metà ottobre, sarà senza pubblico. Ma per rilanciare l’appuntamento in televisione e invitare gli appassionati a seguire l’evento immergendosi nello spirito della competizione gli organizzatori del Giro delle Fiandre e degli eventi ciclistici in quel territorio si sono superati, complice ancora una volta il calendario, confezionando un Pesce d’Aprile coi fiocchi dedicato a tutti gli appassionati di una delle corse più iconiche del mondo.

Fiandre Oudenaarde
(Photo credits ww.cyclinginflanders.cc)

Un Pesce d’Aprile epico

Il primo aprile hanno pubblicato sui social un video per annunciare la vendita di “tappeti di pavé” – “Flanders Bergs&Cobbles” – che riproducono fedelmente i tratti in acciottolato più impegnativi della gara: da acquistare e mettere in giardino per allenarsi a pedalare come i ciclisti professionisti che affrontano i Muri delle Fiandre, addirittura con la formula “prendi due e paghi uno” e le grafiche in pieno stile televendita:

Una simpatica iniziativa che ha strappato un sorriso a chi ama il ciclismo e segue con interesse il Giro delle Fiandre; e che non vede l’ora di poter tornare a pedalare sulle strade del Belgio e tifare dal vivo i ciclisti impegnati in quella che ormai è diventata una delle gare più esaltanti della primavera ciclistica.

Ma anche un modo per ricordare l’appuntamento con i Campionati del Mondo di Ciclismo su Strada 2021 – che dal 18 al 26 settembre si terranno proprio nelle Fiandre, nel centesimo anniversario dell’evento – e che, compatibilmente con l’andamento della pandemia da Covid-19, saranno invece aperti al pubblico.

Lo scherzo è stato poi svelato con un altro video sul “dietro le quinte” che Cycling in Flanders ha postato poche ore fa, alla vigilia dell’atteso appuntamento del Ronde van Vlaanderen, specificando appunto che l’esperienza di pedalare “come nelle Fiandre” è disponibile “solo nelle Fiandre”:

Il percorso del Giro delle Fiandre

Intanto la partenza del Giro delle Fiandre di domenica 4 aprile sarà ad Anversa alle ore 10, con un percorso che rispetto alla passata edizione ha subito poche modifiche. Per motivi di sicurezza dovuti alla pandemia, l’organizzazione non ha ancora comunicato la planimetria e l’altimetria della corsa e bisognerà attendere la mattina della gara per avere un quadro completo del percorso.

Sappiamo che la lunghezza totale sarà di 254,3 chilometri con 19 salite e 17 settori del mitico pavé, con arrivo al traguardo di Oudenaarde (tra le ore 16 e le ore 17). Tra i favoriti prima della partenza ci sono Mathieu Van der Poel (Alpecin-Fenix), Wout Van Aert (Jumbo-Visma) e Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick Step), ma questa gara ci tiene sempre con il fiato sospeso e potrebbe riservare molte sorprese.

Non potendo essere lì, il pubblico di appassionati si potrà sintonizzare per seguire l’evento in diretta televisiva: in Italia la gara sarà trasmessa in versione integrale su RaiSport HD (canale 58 del Digitale Terrestre) a partire dalle ore 10 (mentre su RaiDue a partire dalle ore 15:30, ndr). Su Eurosport la diretta inizierà alle 9:40. Inoltre è prevista anche la diretta streaming su Rai.tv ed Eurosport Player. Infine Eurosport è visibile anche su DAZN.

Maggiori informazioni sul Giro delle Fiandre sono reperibili sul sito ufficiale dell’evento: rondevanvlaanderen.be

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti