Ebike nuovo status symbol: crescono le collaborazioni con i marchi del lusso - Bikeitalia.it

Ebike nuovo status symbol: crescono le collaborazioni con i marchi del lusso

21 Gennaio 2022

Le ebike si stanno diffondendo sempre di più: non solo come mezzi di trasporto polivalenti ed ecologici ma anche come nuovi status symbol, come dimostra il crescente interesse da parte di molti marchi di lusso che vedono nelle due ruote a pedalata assistita articoli che fanno tendenza. Quindi capaci di espandere rapidamente la propria quota di mercato, anche grazie alla moda.

Ebike status symbol

L’interesse delle case di moda del polo del lusso – come ricostruisce una dettagliata analisi pubblicata sul sito electrek.co – è un fenomeno relativamente recente: nell’ultimo decennio le ebike si sono costruite una propria nicchia che poi è cresciuta, grazie alla diversificazione dei prodotti, all’aumento delle performance e a un’attenzione sempre maggiore per la loro qualità e costruzione.

VanMoof ebike in collaborazione con Jacquemus

L’impennata post pandemia

Le delle due ruote tradizionali “a trazione umana” (che oggi in contrapposizione alle ebike vengono denominate “muscolari”, ndr) rappresentano ancora la fetta più larga della torta: ma la crescita delle due ruote a pedalata assistita è davvero interessante e negli ultimi 10 anni proprio la concorrenza tra diversi marchi che cercavano di emergere ha determinato ingenti investimenti in ricerca & sviluppo migliorando la qualità media delle ebike in circolazione.
Ma il vero boom per le due ruote si è prodotto – a livello globale – in seguito alla pandemia di Covid-19 quando spostarsi in bicicletta è diventato un modo per unire il distanziamento fisico dalle altre persone, la facilità d’uso e la possibilità di potersi muovere liberamente anche durante il lockdown.

Le sinergie con il polo del lusso

Oggi le sinergie tra aziende di ebike e famosi marchi di moda stanno producendo pezzi iconici che si trovano nelle vetrine delle boutique e diventano prodotti sempre più desiderabili e in linea con una nuova visione di mobilità urbana: ad esempio Super73 recentemente ha stretto una partnership con Saint Laurent, il marchio di ebike Maison Tamboite con Louis Vuitton. Ma ci sono anche la casa di moda Jacquemus che ha stretto accordi con il marchio olandese VanMoof e la stilista Stella McCartney con l’azienda ciclistica Cannondale.

Chiaramente dalle partnership con le aziende di ebike, le case di moda sono interessate a produrre anche linea dedicate di abbigliamento ed accessori, amplificando la portata dell’accordo che non si limita più a vendere prodotti-bici ma costruisce un connubio bici-moda e veicola un nuovo concetto di mobilità urbana, promuovendo gli spostamenti a pedalata assistita in città come un nuovo standard legata al presente e al futuro.

Saint Laurent Super73 ebike
Ebike status symbol: la collaborazione si Saint Laurent con Super73

I motivi delle collaborazioni

Quindi cosa spiega il passaggio ai marchi di lusso che collaborano con le aziende di e-bike? Secondo Vogue, i motivi sono diversi.

  • i marchi di lusso hanno assistito a un cambiamento nelle abitudini di acquisto dei giovani acquirenti, con molti prodotti più esigenti e rispettosi dell’ambiente. E le ebike comunicano eco-consapevolezza e rispetto dell’ambiente più di quasi ogni altro mezzo di trasporto.
  • la pandemia ha posto l’accento sugli acquisti a corto raggio e sulla riscoperta del proprio quartiere. In questi casi, le biciclette elettriche sono diventate i principali veicoli urbani anche per i giovani.

Infine, ultimo ma non meno importante, Vogue ha sottolineato anche come la cultura della bicicletta sia diventata negli ultimi anni molto più inclusiva al femminile. Le donne sono diventate una parte molto più ampia della clientela delle due ruote, sia per le biciclette elettriche che per le motociclette. Per tutte queste ragioni l’interesse dei marchi di moda di lusso per le ebike è ormai diventata una realtà.

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti