Il futuro delle strade di Bruxelles ad "Aspettando MobilitARS" [VIDEO] - Bikeitalia.it

Il futuro delle strade di Bruxelles ad “Aspettando MobilitARS” [VIDEO]

13 Maggio 2022

Si chiama Elke Van den Brandt, da 2 anni e mezzo è la ministra della mobilità della regione di Bruxelles, e in così poco tempo è già riuscita a cambiare le sorti della mobilità della capitale di tutti gli europei.

Interpellata da Paolo Pinzuti, CEO di Bikenomist, in occasione del format “Aspettando MobilitARS”, la serie di video-interviste per promuovere l’edizione 2022 di MobilitARS, la ministra esordisce con una dichiarazione più che condivisibile: “La mobilità è la chiave per cambiare le nostre città”.

Bruxelles bike lane
Ciclabili a Bruxelles

Proprio per questo motivo il focus dell’azione amministrativa di Elke Van den Brandt è “cambiare la modalità di spostamento delle persone, passando dall’uso dell’auto ad altre modalità di trasporto”.

“Stiamo lavorando per cambiare i quartieri della città, canalizzare il traffico lontano dalle aree residenziali, vietare il traffico di attraversamento per ridisegnare le strade della città di Bruxelles” ha detto Elke Van den Brandt, che prosegue “Ci siamo prefissati come obiettivo di rimodellare la mobilità di 5 quartieri l’anno, in modo che in 10 anni, tutti i 50 quartieri della città, e quindi la città intera, avranno un nuovo volto disegnato per rispondere alle esigenze delle persone e del cambiamento climatico”.

Oggi lo spazio pubblico di Bruxelles è destinato al 70% alle auto, in transito o in sosta, anche per questo le possibilità di riorganizzazione della mobilità e in generale della città sono enormi.

Da quando Elke Van den Brandt è alla guida del settore mobilità l’obiettivo di Vision Zero è sempre più realtà: in due anni gli infortuni legati agli incidenti stradali sono diminuiti del 20-25%.

Le azioni intraprese dell’amministrazione di Bruxelles sono diverse: dalla riqualificazione urbana di intere aree della città per favorire la creazione di spazi pubblici accoglienti e sicuri, pensati per le persone, fino ingenti investimenti nel trasporto pubblico e in politiche di agevolazione che prevedono, ad esempio, abbonamenti annuali per under 25 a soli 12 euro/anno.

La ministra della mobilità ha poi evidenziato come i progetti intrapresi stanno dando i loro frutti e di come i cittadini siano ormai consapevoli dei vantaggi, anche grazie all’azione di comunicazione promossa dalla Città.

Per approfondire l’esperienza di Bruxelles è possibile rivedere l’intervista nel video qui sotto:

Per conoscere ulteriori best practice da riproporre e implementare vi invitiamo invece a MobilitARS, che quest’anno si terrà a Reggio Emilia il 26-27 maggio, informazioni e iscrizioni disponibili qui: www.mobilitars.eu

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti