MENU
viaggi girolibero

Il setup di una gravel bike

Bdc, Bikelife, Gravel • di

Setup_1

Come tutte le bici, anche le gravel bike hanno bisogno di essere regolate per esprimersi nel modo migliore. Regolare le altezze e definire la pressione degli pneumatici consente di migliorare in modo sensibile l’esperienza in sella. Che il vostro obiettivo sia solo un’uscita domenicale, affrontare un viaggio su terreni più variegati oppure partecipare a una sfida gravel (o a una gara di ciclocross), non potete non trovare cinque minuti per regolare al meglio la vostra bicicletta. Ecco come farlo.

Indice
Altezza di sella
Arretramento sella
Inclinazione di sella
Pedali
Altezza manubrio
Pressione degli pneumatici
Concludendo

Altezza di sella


Setup_2

Aspetto principe per una corretta posizione sulla bicicletta, che consenta di esprimere la massima potenza sui pedali senza compromettere il lavoro delle articolazioni, l’altezza di sella per una bici gravel va regolata nel medesimo modo di una bici da corsa. Per una regolazione approssimativa potete utilizzare la formula matematica creata da Hinault, moltiplicando il vostro cavallo per 0,885. La misura da applicare va dal centro del movimento centrale al punto anatomico di sella. Se invece avete il tempo di salire in sella e farvi controllare gli angoli del corpo con un goniometro, l’altezza di sella deve permette di allungare la gamba, pur mantenendo un angolo tra coscia e polpaccio di almeno 35-40°.

Arretramento sella


Setup_3

L’arretramento sella indica la distanza orizzontale tra l’asse del movimento centrale e il punto di appoggio delle ossa ischiatiche. Questa misura determina la posizione del ginocchio rispetto al pedale. Nelle gravel bike, visto che l’espressione di potenza è un aspetto secondario rispetto al comfort, la sella deve essere arretrata quanto basta per posizionare il ginocchio in asse con il perno del pedale. Questa posizione, definita biomeccanicamente come “ginocchio neutrale”, è il miglior compromesso tra potenza sprigionata sui pedali e salvaguardia dell’articolazione. Pedalando per molte ore sullo sconnesso infatti una posizione neutrale evita d’incappare in fastidiose tecnopatie del ginocchio. Una posizione del ginocchio più avanzata ha senso solo in ambito di gara, dove si privilegia l’esplosività, ma è una posizione che non si può sostenere a lungo senza accusare problemi.

Inclinazione di sella


Setup_4

La soluzione migliore per una gravel bike è inclinare la sella in avanti, con il becco più basso di circa 6-10mm. Questa soluzione, utilizzata in ambito mtb, permette uno scivolamento in avanti del baricentro durante le salite o sugli strappi più ripidi. Spostare il baricentro in avanti permette di spostare il carico sulla ruota anteriore (di solito il peso è scaricato al 55% sulla ruota posteriore e al 45% su quella anteriore) e mantenerla a terra, migliorando il grip ed evitando che si sollevi.


Vuoi pedalare in modo performante e senza dolore? Partecipa al corso di Introduzione alla Biomeccanica!


Pedali


Setup_5

Se usate i pedali a sgancio rapido tipo SPD (quelli da mountain bike) è meglio allentare la tensione delle molle, soprattutto se girerete in ambiti con molto fango. Il fango infatti si deposita sulle forchette, impedendo lo sgancio e l’aggancio. Se quindi userete la gravel bike in off-road in condizioni ambientali gravose o per farci del ciclocross, è meglio allentarne la tensione, per rendere più facile lo sgancio. Non esagerate, altrimenti nei tratti più sconnessi il piede potrebbe sganciarsi accidentalmente.

Altezza manubrio


Setup_6

Rispetto a una bici da corsa, il manubrio deve essere più alto di almeno 20mm e più vicino alla sella di 10mm. Questo si ottiene usando uno stem più corto e spostando i distanziali. La posizione sarà più eretta, consentendo di mantenerla a lungo senza accusare delle tecnopatie a livello della schiena. Inoltre una posizione del genere offre maggior controllo sullo sconnesso e consente di spostarsi indietro nelle lunghe discese, migliando la guidabilità.

Pressione degli pneumatici


Setup_7

Concludiamo con l’aspetto più complicato di tutti: la pressione delle coperture. Innannzitutto bisogna effettuare un distinguo tra chi di voi userà i tubeless o coperture con camera d’aria. Nel primo caso si può usare una pressione più bassa, che aumenterà il grip sullo sconnesso ma allo stesso tempo aumenterà la resistenza al rotolamento nei tratti su asfalto.

Definiamo quindi, per comodità, delle situazioni differenti dando per ciascuna delle indicazioni generali:
Uscita domenicale: se usate la gravel bike solo per escursioni su terreni misti, la pressione può oscillare sui 2-2,5 bar, sia per tubeless che per camera d’aria. Si tratta di una soluzione intermedia che va bene per ogni situazione;
Viaggi: se invece dovete viaggiare, la pressione può variare tra i 4bar se percorrerete molto asfalto o 3bar se invece dovrete affrontare molto sterrato. Nel secondo caso, se girate con i tubeless, potete anche optare per i 2,5bar;
Gara: in gara invece potete usare 2,5bar per coperture con camera d’aria e 1,7bar se usate i tubeless;

Concludendo


Setup_8

Non serve molto, bastano dieci minuti, per regolare al meglio la propria gravel bike. Infatti è solo una questione di misure e pressione di pneumatici per adattare al meglio la bici alle proprie necessità. Come sempre, il mio consiglio è quello di capire bene cosa farete con la bici e solo dopo cercare di adattarla alla situazione. È sempre il mezzo a doversi adattare a voi e mai il contrario, ricordatelo.





5 Risposte a Il setup di una gravel bike

  1. Giuseppe Alunni ha detto:

    Sono un appassionatissimo di gravel .
    Come posso contattare Omar Gatti?

  2. rocco ha detto:

    Ciao! Bel articolo come sempre.
    Le misure sono meno esasperate che per la bici da corsa, per quanto riguarda l’attacco manubrio (pipa manubrio)? La regola empirica per cui se la parte orizzonatale del manubrio impedisce la visualizzazione del mozzo anteriore la misura e’ corretta, e’ sempre valida o una pipa più’ corta permette maggior comodita’?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *