Volkswagen chiede scusa ai ciclisti

6 Settembre 2017

Dopo le proteste sui social, Volkswagen ha dovuto ingranare la retromarcia e chiedere scusa ai ciclisti per un cartello pubblicitario poco intelligente apparso durante la partita di calcio Francia – Olanda.

Se sei uno dei più grandi gruppi automobilistici del mondo…
Se sei stato al centro delle attenzioni negli ultimi mesi per uno “scandalo emissioni”…
Se pretendi di rifarti un’immagine green

…Allora forse dovresti curare meglio la comunicazione. Ma andiamo con ordine.

31 agosto, ore 20,45. Si gioca a Parigi Francia – Olanda, valevole per le qualificazioni ai mondiali di calcio del 2018. Una ghiotta occasione per i pubblicitari. Volkswagen sceglie di sfruttarla così:

Come dimostrato anche dalla nostra pagina Facebook, i ciclisti (non solo quelli olandesi) non ci stanno, e cominciano a protestare. Prima sui social, poi con un flash mob davanti alla sede di Volkswagen Francia.

E così Volkswagen è stata costretta a fare marcia indietro, diramando questo comunicato stampa:

In sintesi: chiediamo scusa; il messaggio era umoristico e non voleva offendere nessuno; e la perla finale: “Volkswagen Groupe France sostiene il ciclismo attraverso il marchio Skoda, che è da molto tempo partner del Tour de France e della Federazione Francese Ciclismo, e continuerà a sostenere il ciclismo in futuro”.

Bene, le scuse per il sarcasmo contro i ciclisti sono arrivate. Così come a suo tempo arrivarono quelle per il Dieselgate. Si potrebbe provare ora a cambiare atteggiamento?

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.799
Acquista
Meccanica Base 1
199
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti