3 motivi per cui la bici è perfetta per perdere peso

Perdere peso, dimagrire e tornare in forma sono gli argomenti più ricercati e letti su Bikeitalia.it. Il tema è sempre molto presente e la maggior parte dei ciclisti (tra i quali gli stessi che valuto nelle visite biomeccaniche che svolgiamo nei nostri Bikeitalia LAB) vanno in bici appunto per mantenere sotto controllo il peso corporeo. La domanda che spesso mi fanno è: la bici va bene per perdere peso? In questo articolo andiamo a vedere 3 motivi per cui la bici è perfetta per perdere peso.

3 motivi per cui la bici è perfetta per perdere peso

peso bicicletta

#1: È uno sport privo di impatti

Uno dei problemi di chi è sovrappeso sono gli impatti. Le nostre articolazioni soffrono il sovrappeso perché si ritrovano a dover gestire forze d’impatto molto più alte del normale e questo produce dolori e problemi muscolo-scheletrici. Infatti la corsa è uno sport poco indicato per chi vuole dimagrire, poiché le forze che si scaricano sulle ginocchia tendono a essere molto elevate. Il ciclismo invece è uno sport privo di impatti diretti sulle articolazioni: il corpo del ciclista infatti “galleggia” appoggiato al telaio, che assorbe le vibrazioni. Questa mancanza di impatti diretti permette al ciclismo di essere uno sport ottimale per perdere peso e dimagrire anche per persone che presentano un sovrappeso elevato, al limite dell’obesità.

#2: Permette di ottimizzare la potenza lipidica

Perdere peso bici

Il nostro corpo utilizza sostanzialmente due nutrienti per generare energia: grassi e zuccheri. Più è bassa l’intensità e maggiore sarà il consumo degli acidi grassi, che vengono mobilizzati dal tessuto adiposo stoccato nel corpo del ciclista. Gli acidi grassi entrano all’interno dei mitocondri (degli organelli muscolari deputati alla creazione di ATP, la moneta energetica del nostro organismo), dove vengono ossidati. La potenza lipidica è la capacità di utilizzare i grassi (che permettono di generare più ATP e sono una riserva pressoché infinita) rispetto agli zuccheri. Un sedentario inizia a consumare più zuccheri che grassi anche al 40% del proprio VO2max mentre un atleta che ha allenato la potenza lipidica può arrivare fino al 65%. Il ciclismo è uno sport dove la componente aerobica è preponderante e allenare il corpo a utilizzare i grassi permette di migliorarne il consumo anche a riposo, favorendo così il dimagrimento ma soprattutto il mantenimento del peso acquisito, vero cruccio di chi vuole dimagrire.

#3: Aumenta il consumo calorico a riposo

L’EPOC (Excess Post Exercise Oxygen Consumption) è una situazione nella quale il consumo di ossigeno rimane elevato anche dopo aver terminato un’attività fisica. Il corpo mantiene questo consumo più elevato e fa sì che anche il consumo calorico ed energetico dell’organismo sia più alto, aumentando di fatto il generale consumo calorico dell’attività fisica svolta. Il ciclismo è uno sport aerobico con un elevato EPOC, soprattutto se si effettuano sedute brevi ma ad alta intensità. In questo modo chi vuole dimagrire può effettuare pedalate più brevi ma ottenere comunque dei vantaggi a livello di consumo calorico e quindi di dimagrimento, poiché durante la fase di EPOC sono suprattutto i grassi del tessuto adiposo a essere bruciati per sostenere l’innalzata richiesta energetica.

Diventare un ciclista più forte con solo 30 minuti di allenamento

Se desideri diventare un ciclista più forte, noi di Bikeitalia abbiamo creato il programma di allenamento online “Diventa un ciclista più forte”. Il programma è composto da 16 video lezioni che puoi seguire direttamente da casa, della durata di 30-40 minuti l’una. Il programma è pensato in modo specifico per allenare la forza del ciclista e permetterti di diventare un ciclista più forte, più potente e più resistente allo stress della pedalata.

Ti bastano 30 minuti a settimana e un tappetino!

Per Diventare un ciclista più forte, clicca nel box qui sotto:

diventa ciclista piu forte

Diventa un Ciclista Più Forte

Percorri più chilometri con meno fatica con solo un’ora di allenamento a settimana.

Commenti

Nessun commento

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti