MENU
fancy women bike ride 2019

Recensione bicicletta pieghevole Hoptown 5 di Decathlon

Bici pieghevoli, Bikelife, Urban • di

Dopo un anno di utilizzo, per la città e per il viaggio, ecco una recensione della bicicletta pieghevole Hoptown 5 Btwin, meglio conosciuta come “la pieghevole del Decathlon“.

bici-pieghevole-hoptown

Utilizzo

La mia Hoptown 5 ha all’attivo un migliaio di chilometri, percorsi in questa misura: 500 km nel viaggio Napoli – Cosenza, su asfalto o sterrato leggero, carico sul portapacchi di una dozzina di chili e molte salite che hanno causato al cambio una settimana di forte stress.
Altri 90 km in Sicilia, durante un giro nella Valle dell’Anapo in cui, non sapendolo prima, mi sono ritrovato a portarla in discesa su un sentiero da trekking, il tutto con semplici copertoni da città miracolosamente illesi. Altri 50 km nella cicloescursione sui Monti Simbruini, su asfalto, ed il restante in città.

Caratteristiche e Guida

Il modello in questione ha un rapporto a 7 velocità. Corona da 52 denti (altro che bici da città) che permette un buon passo, e ruota libera da 28, 24, 22, 20, 18, 16, 14 denti. In piano col rapporto 52-14 si arriva a 20 km/h, 25 spingendo. La guida è molto agile, a volte pure troppo: è importante tenere ben saldo il manubrio su sterrati e buche per evitare voli. Le altezze consigliate di manubrio e sella sono indicate dalle tacchette sui rispettivi tubi. Qualcuno la trova scomoda sulle salite nel rimanere in piedi sui pedali: certo non è il massimo ma facendo un po’ di sforzo e tenendo un rapporto non troppo leggero la bici non “scappa via” e la tenuta è discreta.

La Hoptown pesa 12.7 kg, in pratica poco meno di una bicicletta normale. Sono parecchi.
Una volta piegata può essere portata a mano grazie alle rotelle sistemate posteriormente al portapacchi. Nel condurla a mano comunque la bici va leggermente indirizzata perché di norma tende a ziz-zagare. La maggior parte dei modelli attuali viene venduta senza portapacchi e questo è un po’ penalizzante. Portarla a mano spingendola dalla sella è sì possibile, ma meno pratico. La sella di serie non è adatta alle lunghe distanze.

Ripiegamento

bici-pieghevole-decathlon-recensioneLa Hoptown si piega in 15 secondi scrivono sul sito di Decathlon: esagerati sì ma non di molto. 1 minuto le prime volte quando non si ha ancora confidenza, anche 30 secondi le successive. Il ripiegamento della Hoptown richiede anche qualche accorgimento: ad esempio posizionare il pedale destro in basso, per evitare che intralci la chiusura, e per lo stesso motivo curvare leggermente la leva del freno anteriore (quello sinistro) verso il basso.

Capita che con il continuo ripiegamento il cambio si sregoli. Una gran noia. Nel chiudere le due metà, spingere con decisione perché il sistema ad incastro oppone una discreta resistenza. I pedali si possono piegare con un meccanismo a scatto per ridurre la larghezza della bici.

Misure da piegata: lunghezza 80 cm, larghezza 36 cm, altezza 66 cm. Le misure massime del bagaglio da portare in metro sono invece 80x45x25, ma nessuno ha mai fatto storie e la bicicletta è sempre salita regolarmente, in qualunque vagone e senza pagare alcun supplemento. Qualcuno invece, su treni regionali e metropolitana, fa storie perché la bici venga coperta (ecco perché è importante, almeno in teoria, la sacca).

Prezzo

Il prezzo, come molti prodotti in vendita da Decathlon, è buono, va detto. Se non altro considerati i costi delle bici pieghevoli dei principali concorrenti, Brompton e Dahon, con ovvie differenze di qualità. Il modello recensito è costato un anno fa 239 euro, in offerta e disponibile solo nel colore viola scuro, dotato di portapacchi e sacca per il trasporto.
Oggi lo stesso modello costa invece 299 euro e senza i due accessori, secondo me fondamentali.

Giudizio

Pregi: bella esteticamente, buon rapporto, facile da ripiegare, agile alla guida, economica.
Difetti: pesante, modello base privo di accessori fondamentali (sacca e portapacchi), il cambio può sregolarsi dopo il ripiegamento, non ottima la conduzione a mano da piegata.
Voto 6,5. Promossa con qualche riserva.

Confronta

Recensione Dahon – Vitesse D8






9 Risposte a Recensione bicicletta pieghevole Hoptown 5 di Decathlon

  1. Bicicletta Pieghevole Hoptown 5 di Decathlon: Recensione | Talpa Green News | Scoop.it ha detto:

    […] Qualcuno la trova scomoda sulle salite nel rimanere in piedi sui pedali: certo non è il massimo ma facendo un po' di sforzo e tenendo un rapporto non troppo leggero la bici non “scappa via” e la tenuta è discreta.  […]

    • davide ha detto:

      Ciao. Il portapacchi con le rotelline dove l’hai preso? E’ un accessorio di Decathlon?
      troppo bello. sempre una Brompton! ;-)

      grazie

    • LUIGI ha detto:

      CREDO CHE LA DIFFICOLTà A PEDALARE IN SALITA SIA DETERMINATA DALL’ANGOLO DEL PIANTONE DEL MANUBRIO.
      PROSEGUE INFATTI LA LINEA DELLA FORCELLA E RISULTA TROPPO VICINO AL BUSTO.

  2. Mirko ha detto:

    Ho quella bici da diversi mesi e ci ho fatto anche un’escursione in ambiente collinare, anche sterrato di circa 80km: è fantastica, una bici resistente e piacevolissima da portare. L’ho modificata con dei copertoni da 2″ BigApple (ottimi sul bagnato e per limitare le vibrazioni), camere d’aria autoriparanti, portapacchi posteriore, varie borse, coprisella, parafanghi cromati di una Graziella (perché con i copertoni nuovi sono stato costretto a cambiarli). In futuro prevedo di metterci anche un cavalletto più adatto a terreni molli o sassosi e un cesto anteriore ripiegabile. La uso spesso in città ed è uno spettacolo di bici, ne sono veramente contento.
    Il sistema di chiusura da ripiegata fa schifo, l’ho rimosso subito, è un perno del cacchio che dovrebbe entrare in una chiusura, ma non ci entra se non con grande sforzo, per non parlare della fatica per riaprire la bici una volta agganciata…
    Il cambio è da sistemare e da tenere regolato se si vuole che funzioni bene. Il faretto anteriore fa pena, da eliminare.

  3. Fabio ha detto:

    Grazie per l’articolo, molto utile per iniziare a conoscere questo tipo di prodotti. Da una mia ricerca on-line su prodotti simili, sembrerebbe che quello che hai comprato tu sia imbattibile come caratteristiche (telaio, peso, accessori, cambio) e prezzo. Non stupisce che ora lo vendano a 300 € senza borsa e portapacchi. Rimane comunque competitivo e poi non è tanto pesante per confronto con altre bici simili (che vanno dai 13 ai 16 kg).

    • Alessandro Micozzi ha detto:

      Ciao Fabio, assolutamente, il prodotto è competitivo, ma tutto sommato lo ritengo adatto per un uso saltuario, come il mio (uso più spesso la bici normale).
      Per un uso quotidiano consiglierei qualcosa di qualità superiore, alla fine è un investimento.

  4. sbornod ha detto:

    Ragazzi… ne ho due e con mia moglie abbiamo fatto 3 viaggi e più di 1500 km con una 15 di kg di bagalio a testa. Che dire, ad arrivare siamo arrivati, ma non senza problemi! io peso 100kg… la camera d’aria di serie è esplosa il 2° giorno di viaggio, il copertone il 4°. Dopo il primo viaggio ho cambiato tutti i copertoni con dei marathon e la situazione è molto migliorata… Al terzo viaggio, 2° giorno si è rotto il cerchione e ho dovuto cercarlo per 2 giorni (in austria non lo trovavo, sono dovuto tornare col treno in italia!). Il freno anteriore della bici di mia moglie si è spaccato all’inizio del secondo viaggio e anche i freni della mia stanno cedendo… Concludendo, è tutto sommato una buona bici, ma non è fatta per lo stress! il piega e ripiega, metti nel treno e in macchina, alla fine danneggiano la componentistica che non brilla per robustezza. Ma che vogliamo da una bici da 300 euro??

  5. Chiara Paci ha detto:

    Salve a tutti. Cerco una bicicletta pieghevole per mio marito.
    Ho trovato qui cardiofrequenzimetro.org/ciclismo/bicicletta-pieghevole-prezzi-offerte/ che ce ne sono a bizzeffe.
    Qualche dritta su quale acquistare?
    Grazie infinite!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *