Come non arrivare sudati al lavoro - Bikeitalia.it

Come non arrivare sudati al lavoro

Come fare per non arrivare sudati al lavoro se pratichiamo il bike to work? Ogni volta che esce un articolo o un post sulla nostra pagina Facebook che riguarda il bike to work, la principale contestazione da parte degli utenti riguarda il sudore. In alcuni casi si arriva ad atteggiamenti “sudorofobici”. In questo articolo andremo a vedere come non arrivare sudati al lavoro.

Cos’è il sudore

Partiamo dal capire cos’è il sudore, dato che nella nostra epoca viene visto come qualcosa di sgradevole, di sporco e di negativo. In realtà si tratta di un aspetto fisiologico fondamentale: se una persona non fosse in grado di sudare rischierebbe di morire. Il sudore ha la funzione di regolare la temperatura corporea: il nostro corpo ha un’omeostasi (equilibrio di tutti i sistemi) molto delicata e che deve stare in un range ben definito. La temperatura corporea deve stare tra i 36,2° e i 36,6°C. Quando la temperatura corporea sale le cellule del nostro corpo diventano “iperattive” e questo è un male, poiché ciò disturba l’omeostasi. Per questo il nostro corpo reagisce con il sudore, che permette di abbattere la temperatura corporea e mantenerla entro limiti fisiologici.

Non arrivare sudati al lavoro

I biologici evoluzionisti affermano che la formazione delle ghiandole sudoripare sia stata forzata durante la preistoria, quando i primi ominidi (antenati dell’homo sapiens) cacciavano nella foresta. Praticando la caccia estensiva, questi ominidi inseguivano una preda per farla scappare. Continuando a rincorrerla dovevano abbattere la temperatura corporea. Gli animali non hanno questa capacità, per cui le prede crollavano sfinite per via dell’aumento di temperatura e così gli ominidi potevano abbatterle. Per cui, volenti e nolenti, il sudore è qualcosa di fisiologico che non possiamo eliminare ma che siamo in grado di gestire.

Come non arrivare sudati al lavoro

Non arrivare sudati al lavoro

La pratica del ciclismo, anche con il semplice bike to work, è un’attività fisica di resistenza aerobica che innalza la temperatura corporea. Quali sono le strategie per non arrivare sudati al lavoro? Ecco alcuni spunti:

Non coprirsi eccessivamente

Purtroppo molti utenti del bike to work si vestono in maniera eccessiva, magari mantenendo gli stessi abiti che usano al lavoro o per spostarsi a piedi. Il ciclismo è un’attività che produce più sudore del semplice camminare, per cui tali indumenti rischiano di creare un “effetto serra” sulla pelle, innalzando bruscamente la temperatura corporea e forzando la reazione del sudore. Bisogna cercare di vestirsi adeguatamente. Anche se non possiamo lavarci al lavoro, potremo comunque cambiarci, per cui è meglio indossare capi tecnici (anche solo per la parte superiore del corpo), che sono traspiranti e quindi permettono di far evaporare il sudore;

Non usare rapporti troppo lunghi

Molti ciclisti tendono a selezionare rapporti molto lunghi, convinti che questa sia la soluzione migliore per spostarsi. Il problema sta nel fatto che più il rapporto è lungo e maggiore è lo sforzo fisico, quindi di conseguenza lo sarà anche l’innalzamento della temperatura e la conseguente sudorazione. Una soluzione è quella di “andare più agile”, cioè di scegliere un rapporto più leggero che diminuisce lo sforzo sui pedali.

ebike di Canyon

Passare a un’ebike per non arrivare sudati al lavoro

In uno studio commissionato da Shimano, è stato visto che gli utenti che si spostano con l’ebike presentavano una sudorazione del 300% in meno rispetto a chi copriva quel tragitto con la bici non elettrica. Mia moglie, per esempio, ogni mattina si sposta in bici a pedalata assistita per portare il bimbo all’asilo e per poi andare al lavoro, pedalando 10 km in totale. Coprendosi in maniera opportuna – e usando anche l’assistenza del motore – è in grado di arrivare al lavoro senza essere sudata, pronta per sedersi alla scrivania.

Non usare lo zaino

Il peso dello zaino grava sulla schiena, uno dei punti più delicati del ciclista a livello di sudorazione. La schiena ha una una grande superficie e viene usata dal corpo come prima entità per disperdere calore. Se indossiamo lo zaino, quest’ultimo impedirà alla schiena di disperdere il calore e il sudore, che invece si accumulerà e inizierà a bagnare la maglietta. Inoltre il calore dello zaino a contatto con la schiena innalzerà ulteriormente la temperatura corporea, forzando ulteriormente la sudorazione. Una strategia per non arrivare sudati al lavoro è quella di passare dallo zaino a delle borse da bicicletta, liberando quindi la schiena.

Concludendo: come non arrivare sudati al lavoro

In questo articolo abbiamo visto come non arrivare sudati al lavoro. Si tratta di uno degli aspetti che fa tentennare anche il più convinto degli utenti che vuole recarsi in bici al lavoro. Ma, come abbiamo visto, vi sono delle possibilità per ridurre la quantità di sudore emesso (ovviamente ciò dipenderà anche dalla lunghezza del tragitto e dalla temperatura esterna). Il mio consiglio è quello di prendere questi elementi e di provarne uno alla volta, per capire qual è il migliore per voi per non arrivare sudati al lavoro.

Commenti

Nessun commento

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti