Revisione di una guarnitura monocorona Sram

La diffusione dello standard 1×11 con monocorona anteriore nel mondo mtb è ormai un dato di fatto. Come qualsiasi altro componente, anche le guarniture singole hanno bisogno di essere smontate, magari per una pulizia, per sostituire i cuscinetti del movimento centrale o per montare un guidacatena. In questo articolo vedremo quando, come e con che attrezzatura mettere mano a una guarnitura monocorona della casa americana Sram.

Anatomia di una guarnitura monocorona Sram

Mono_1
Una guarnitura con corona singola Sram è composta dai seguenti pezzi:
Pedivella sinistra: il sistema di fissaggio della pedivella sinistra è realizzato da una scanalatura che si va ad accoppiare con la brocciatura del perno (solitamente da 30mm) integrato nella guarnitura. Una vite di regolazione la mantiene in posizione mentre un tappo esterno ha la funzione di riscontro le operazioni di smontaggio;
Braccio della guarnitura: è formato da quattro bracci con un foro ciascuno, sui quali si fissa la corona singola. Il girobulloni è particolare ed è da 94mm. Il perno da 30mm è integrato e presenta una brocciatura all’estremità, dove si caletta la pedivella sinistra;
Corona singola: la corona singola ha un profilo dei denti più alto rispetto a quelle per trasmissione doppia o tripla, poiché la catena non deve spostarsi bensì deve rimanere ben ancorata ai denti. Il girobulloni, lo ricordo, è da 94mm (fate attenzione se ordinate corone in sostituzione). Le dentature possono essere 29T-30T-32T e arrivare fino ai 44T;
Bulloni di fissaggio: sono composti da un perno femmina che si monta sulla parte frontale con un’impronta per chiave a brugola da 6mm e uno maschio che s’inserisce posteriormente, con una filettatura M8x1 e un’impronta per chiave a brugola da 5mm;

Quando bisogna mettere mano a una guarnitura monocorona per una revisione? I motivi posso essere molti:
Gioco sulle pedivelle: afferrate entrambe le pedivelle e provate a spingerle e tirarle, muovendole trasversalmente. Non devono muoversi e se lo fanno significa che il sistema ha preso gioco e va regolato;
Rumorosità anomala: se un rumore si continua a propagare dalla scatola del movimento centrale, è bene smontare il tutto e controllare;
Sostituzione cuscinetti movimento centrale: per mettere mano ai cuscinetti del movimento centrale è necessario smontare la guarnitura;
Sostituzione corona: se vogliamo cambiare la corona, sia perché usurata che per modificare la dentatura, dovremo smontare la guarnitura e infine rimuovere la corona;
Montaggio bash e guidacatena: un elemento importante nel mondo mtb, perché consente di proteggere le corone e di mantenere ben guidata la catena. Poiché va montato dietro la corona, su dei supporti specifici ricavati sulla scatola del movimento centrale, è necessario smontare la guarnitura per accedervi;
Pulizia: ogni sei mesi è comunque buona norma smontare la guarnitura, dare una pulita, controllare i serraggi e ingrassare il tutto;

Difficoltà, tempistiche e attrezzatura

Smontare, pulire e ingrassare una guarnitura monocorona Sram è un’operazione semplice che non porta via più di 20 minuti, l’importante è capire bene come avviene l’estrazione della pedivella sinistra e lasciare sul banco il martello (se si rimuove il dado non c’è mazzetta che tenga).
Mono_2

L’attrezzatura necessaria è la seguente:
• Chiave a brugola da 8mm: per agire sulla vite che fa da estrattore. E’ meglio usarne una con il codolo lungo, per avere una leva più elevata e riuscire a fare più forza;
• Chiavi a brugola da 5mm e da 6mm: per agire sulle viti della corona;
• Pinza per catena: per aprire la falsamaglia;
Grasso al litio: per ingrassare il tutto;
• Straccio e sgrassatore: per la pulizia;
• Grasso bianco antigrippaggio: per cospargere i filetti delle viti della corona;
• Martello di gomma: da usare eventualmente per rimettere in posizione la guarnitura sul telaio;
• Chiave per pedali: se la chiave a brugola da 6mm non è sufficiente, allora servirà una chiave per pedali per rimuoverli dalle pedivelle;
• Vaschetta: utile per riporre i bulloni della guarnitura dopo averli smontati;

Revisione di una guarnitura monocorona Sram passo-passo

Step 1: Rimuovere i pedali

Mono_3
Con la chiave a brugola da 6mm agiamo sul retro dei pedali per rimuoverli. Se non fosse possibile perché troppo serrati (questa è purtroppo una brutta abitudine), si può optare per una chiave per pedali e un martello di gomma. Vi ricordo che i pedali si smontano facendo girare i perni verso la ruota posteriore, sia per il pedale destro che per il sinistro;

Step 2: Togliere la catena

Mono_4

Identificate la falsamaglia sulla catena (Sram utilizza sempre la falsemaglia). Innestate i becchi della pinza per catene all’interno delle maglie della falsamaglia e avvicinate i manici della pinza, per aprire i perni. Potrebbe volerci molta forza.
Mono_5
Vi ricordo che ogni volta che una falsamaglia da 11 velocità viene aperta le sedi dei perni si ricalcano e prendono gioco e va sempre sostituita con una nuova;

Step 3: Estrarre la pedivella sinistra

Mono_6
Portiamoci sulla pedivella sinistra. Inseriamo la chiave a brugola da 8mm all’interno del foro presente sul tappo esterno e facciamo ruotare la chiave in senso antiorario.
Mono_7
Le pedivelle Sram sono serrate con coppie molto elevate e quindi è possibile che ci voglia molta forza. Aiutatevi spingendo la chiave in un senso e la pedivella nell’altro. Una volta sbloccata la vite continuate a svitarla fino a che non diventerà più dura: è entrata in contatto con il tappo esterno.
Mono_8
Infatti, continuando a svitare, si vedrà la pedivella allontanarsi dal telaio, mettendo in vista la brocciatura del perno. Infatti la vite interna della pedivella funge da estrattore: andando in battuta contro il tappo esterno (che è filettato sulla pedivella) si costringe tutto il sistema a muoversi.
Mono_9
Un errore comune è quello di svitare prima il tappo (che è rimuovibile usando una chiave a brugola da 10mm) e poi la vite interna. In questo modo non si estrae la pedivella, che rimane calettata sulla brocciatura. Non pensate di prendere martello e di picchiare fuori la pedivella dalla sede: è un errore che porta via tempo e può rovinare la pedivella;

Step 4: Estrarre la guarnitura

Mono_10

Spingete ora a mano l’estremità del perno brocciato verso il telaio, liberando la guarnitura che potete estrarre tirandola verso l’esterno;
Mono_11
Mono_12

Step 5: Smontare i bulloni della corona

Mono_13
Mettetevi sul banco di lavoro e prendete in mano le chiavi a brugola da 6mm e da 5mm.
Mono_14
La prima va innestata nell’impronta presente sull’esterno della corona mentre quella da 5mm s’inserisce nell’impronta posta sul lato interno della corona (quello che da verso il telaio).
Mono_15
Fate ruotare e svitate il bullone fino a rimuoverlo.
Mono_16
Ripetete con i restanti tre bulloni;

Step 6: Pulizia

Mono_17
Spruzzate un abbondante velo di sgrassatore e rimuovete le tracce di grasso vecchio, sporco e ossido dai componenti smontati e all’interno del cannotto del movimento centrale;

Step 7: Ingrassare i filetti

Mono_18
Cospargete i filetti delle viti della corona con un velo di grasso bianco per evitare che possano ossidarsi e grippare;

Step 8: Rimontare la corona

Mono_19
Dopo aver controllato i denti della corona e che non sia piegata (o averla sostituita con quella desiderata), riposizionatela sul braccio della guarnitura e riavvitate il tutto. Avvicinate prima tutti e quattro i bulloni senza forzare, dopodiché serrateli con forza a croce e infine fate un giro di controllo per verificare di averli stretti bene tutti e quattro;

Step 9: Ingrassare il perno

Stendete un abbondante velo di grasso al litio sul perno della guarnitura e all’interno del movimento centrale;

Step 10: Inserire la guarnitura e montare la pedivella

Mono_20
Inserite il perno all’interno del movimento centrale e mandate in battura la guarnitura (non dimenticate gli spessori presenti). Se fatica, potete battere delicatamente con un martello di gomma. Innestate ora la pedivella sinistra sulla brocciatura, facendo attenzione a montare le due pedivelle parallele ma opposte.
Mono_21
Dopodiché agite sulla vite estrattrice con la chiave a brugola da 8mm, fino a rimandare in battuta la pedivella.
Mono_22
Afferrate ora le estremità delle pedivelle e provate a tirare: non devono esserci giochi. Se ve ne sono, serrate di più la vite. Il serraggio consigliato da Sram è 45-56Nm, che è davvero alto;

Step 11: Rimontare catena e pedali

Mono_23
Ora che avete rimontato la guarnitura non rimane altro che rimontare anche la catena, cambiando la falsamaglia.
Mono_24
Ovviamente se avete modificato la corona, optando per una dentatura diversa o per una corona ovale, dovrete sostituirla con una nuova.
Mono_25
Infine rimontate i pedali, ricordando di mettere il grasso sui filetti!

Concludendo

Abbiamo smontato, pulito e revisionato una guarnitura monocorona Sram, che ha un sistema di montaggio del tutto particolare. Non è stata certo un’operazione difficile ma comunque bisogna sempre capire prima cosa fare e poi farlo. Questo è il segreto per ottenere sempre un ottimo risultato e mantenere al meglio la nostra bicicletta!

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.799
Acquista
Meccanica Base 1
199
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti