MENU
fancy women bike ride 2019

Ripassare il filetto del movimento centrale

Bikelife, Meccanica, Movimenti centrali • di

Polvere, acqua, ruggine o montaggi poco precisi possono corrodere o rovinare il filetto delle scatole dei movimenti centrali tradizionali e ciò si traduce in un’impossibilità di montare nuove calotte. In questo articolo vedremo come fare per ripassare i filetti di una scatola danneggiata.

Il danneggiamento del filetto

filetto_1

Il filetto della scatola del movimento centrale, come tutte le parti meccaniche, è soggetto a un’usura progressiva. L’utilizzo dell’idropulitrice, il fango, la polvere, una coppia di serraggio troppo elevata o dei montaggi pocco precisi (dove si salta un filetto o si entra storti), possono portare al danneggiamento stesso del filetto.

filetto_2

Questo avviene perché le creste si smussano, si tagliano o si deformano, rendendo impossibile un eventuale montaggio di una calotta. Lo stesso può avvenire durante lo smontaggio: una calotta inchiodata può richiedere una forza esagerata per lo smontaggio e quet’operazione compromette il disegno delle creste e gole del filetto.

filetto_3

In questo caso l’unica soluzione è ripassare il filetto con un apposito utensile maschiatore. Oltre al danneggiamento vero e proprio, il filetto andrebbe sempre ripassato sui telai nuovi o riverniciati, dove rimasugli di sabbiatura o vernice possono compromettere l’accoppiamento tra scatola e calotta, portando a “spanare” il filetto.

Attenzione al materiale e al filetto

Tutti i materiali metallici per biciclette possono essere lavorati con utensili manuali e quindi filettati con l’apposito strumento. L’importante è però capire bene che non tutti i materiali sono uguali. Per l’acciaio non vi sono problemi, gli utensili maschiatori vanno bene, bisogna solo usare dell’olio da taglio specifico (come quello usato nelle officine meccaniche oppure dagli idraulici). L’alluminio può essere filettato con uno strumento adatto per l’acciaio, però l’importante è usare olio da taglio dedicato esclusivamente all’uso sull’alluminio.

filetto_4

Il titanio invece è particolare e si devono usare dei maschi dedicati. Usare sul titanio un utensile con il quale si è già ripassato un filetto in acciaio, può comprometterne le caratteristiche meccaniche.
Ovviamente è bene sapere che tipo di filetto è presente sulla scatola del movimento e da lì usare l’utensile corrispondente. Per capire meglio come sono fatti e quali sono i filetti delle scatole dei movimenti centrali, potete consultare la nostra guida.

Ripassare il filetto: tempistiche, difficoltà e attrezzatura

Ripassare il filetto è una tecnica avanzata, che non impegna per più di 10 minuti a meno di un filetto davvero molto danneggiato.

filetto_5


Ti potrebbero interessare anche i nostri Corsi Bikeitalia di Meccanica Ciclistica: clicca qui!


L’attrezzatura necessaria è la seguente:
• Maschiatore: utensile manuale apposito, formato da un supporto sul quale innestare i maschi e da delle impugnature che consentono di avvicinare i due maschiatori tra loro;
• Olio da taglio: l’olio da taglio non ha solo una funzione lubrificante, bensì è pensato per ridurre il riscaldamento dei maschiatori e della scatola, andando a modificare le caratteristiche metallurgiche di entrambi;
• Calotte: per provare la bontà del lavoro;
• Sgrassatore e straccio: per pulire la scatola e il maschiatore dopo l’uso;

Ripassare il filetto del movimento centrale passo-passo

Step 1: Installare la bici sul cavalletto e pulire la scatola

filetto_6

Fissate la bici al cavalletto, con la parte inferiore della scatola rivolta verso l’alto e il lato destro (quello della guarnitura) rivolto a destra (questo serve per non sbagliare il senso di avvitamento del maschio destro.

filetto_7

Spruzzate un velo di sgrassatore e rimuovete tracce di sporco e olio dal filetto;

Step 2: Presentate i maschiatori

filetto_8

Presentate i maschiatori su entrambi i lati della scatola.

filetto_9
filetto_10

Fate attenzione al verso: sui maschi è presente la dicitura L o R, oppure Left/Right, per distinguere il maschio destro da quello sinistro (fondamentale per i filetti BSA).

Step 3: Spargere l’olio da taglio

filetto_11
filetto_12

Spruzzate un abbondante velo di olio da taglio sul maschiatore prima di cominciare a lavorare;

Step 4: Ripassare il filetto

filetto_14

Fate ruotare le impugnature per inserire i maschi all’interno della scatola.

filetto_15

In caso di filetto ITA le due impugnature vanno ruotate in senso opposto, in caso di filetto BSA ruotano nel medesimo senso.

filetto_16

I maschiatori si fanno ruotare in questo modo: un giro completo in avanti e mezzo indietro.

filetto_17

filetto_18

Così facendo si permette alla bava creatasi per eventuale asportazione di truciolo di fuoriuscire.

filetto_19

Una volta arrivati in battuta, si possono far ruotare le impugnature in senso opposto per rimuoverle dalla scatola;

Step 5: Pulizia e controllo

filetto_20

Spruzzate un velo di sgrassatore su maschiatore e scatola e rimuovete l’olio da taglio.

filetto_21

filetto_22

Provate poi ad avvitare delle calotte su entrambi i lati per valutare l’effettiva bontà dell’accoppiamento.

filetto_23

filetto_24

Pulite poi con cura il maschiatore e cospargete un lieve velo di olio sui filetti per prevenirne l’ossidazione.

Concludendo

Abbiamo visto come ripassare i filetti di una scatola del movimento centrale. Si tratta di un’operazione che finirà in disuso per l’avanzare dei movimenti centrali press-fit? A oggi non è dato sapersi, per cui meglio imparare!

Video: Ripassare il filetto del movimento centrale







Comments are closed.