Apre la Ciclostazione dei Trabocchi: la Fase 2 in Abruzzo è all’insegna della bicicletta

17 Maggio 2020

La ripartenza dopo lo stop per la pandemia di Coronavirus sarà sempre più in sella alle due ruote: lunedì 18 maggio 2020, in piena Fase 2 verso una nuova normalità più a misura di persona, in Abruzzo partono i servizi e le attività della Ciclostazione dei Trabocchi.

La struttura, con sede a Francavilla al Mare (Chieti), si trova nei locali della stazione ferroviaria e si candida a diventare un punto di riferimento del territorio abruzzese nelle scelte di mobilità urbana, intermodalità e cicloturismo.

La Ciclostazione dei Trabocchi è un nuovo servizio di Bikelife, tour operator di vacanza attiva, che punta proprio sulla bicicletta per ripartire, in un momento in cui la stessa Organizzazione mondiale della sanità la propone come scelta per gli spostamenti, garantendo il giusto distanziamento fisico tra le persone ed evitando così il ricorso al mezzo privato.

Sono numerose le città in tutto il mondo stanno già realizzando azioni volte a favorire la migliore circolazione delle bici, da Bogotà a Berlino, passando per Parigi, Bruxelles, Londra, per citarne alcune. Con, inoltre, gli esempi di metropoli italiane come Milano, Torino, Napoli, Roma, fino a Bologna. Insomma: le Reti di Mobilità di Emergenza stanno diventando sempre più importanti per portare nuove persone in bicicletta e le amministrazioni dovranno impegnarsi per comunicarlo al meglio, magari seguendo i suggerimenti presenti nel Manuale di Comunicazione della Nuova Mobilità pubblicato su Bikeitalia.it

La ciclostazione si presenta come deposito custodito per le bici, per lavoratori, studenti, pendolari in arrivo o in partenza dalla stazione di Francavilla al Mare, per viaggiatori in treno o bus, chi vive e lavora nelle vicinanze e chi torna nel weekend o durante le feste.

Personale qualificato opera nell’officina, anche con servizio express per riparazioni di emergenza. Disponibile una postazione per autoriparazione, nonché controllo della pressione delle gomme e ricarica della e-bike. Questi ultimi due servizi sono gratuiti.

La Ciclostazione è anche deposito bagagli, nonché info point per percorsi, itinerari ciclabili, mappe, cartine e consigli utili su alimentazione e biomeccanica. Oltre ad abbigliamento e accessori per la mobilità ciclistica.

Soddisfatto Claudio Di Dionisio di Bikelife: “Dopo tanta attesa dovuta all’emergenza Coronavirus finalmente si parte. Portiamo sul territorio un nuovo servizio, in un momento in cui la bicicletta, ancora di più, ha assunto un ruolo da protagonista, per lo spazio urbano e per il cicloturismo. Lo dimostra anche il bonus messo a disposizione dal Governo, spendibile anche da noi. Peraltro, considerate le disposizioni legate alla limitazione del virus, si annuncia un’estate di turismo all’interno della propria regione e scoprire l’Abruzzo in bici, come con noi hanno già fatto tanti gruppi di stranieri, può essere una fantastica scelta, considerate le proposte di natura, arte, enogastronomia”.

La Ciclostazione dei Trabocchi – che è anche sede locale del Touring Club – è in rete con tutte le strutture che aderiscono al circuito Bike Friendly della Regione Abruzzo, con servizi e sconti dedicati a chi viaggia in bici: propone noleggio bici e tour con guida o autoguidati (fornendo ai cicloturisti la mappa e la traccia proponendo itinerari vari e diversi, adatti a “tutte le gambe”).

[Le immagini sono della pagina Facebook Ciclostazione dei Trabocchi]

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti