Da Brescia a Capo Nord in handbike: 4.000 km in 40 giorni di viaggio - Bikeitalia.it

Da Brescia a Capo Nord in handbike: 4.000 km in 40 giorni di viaggio

22 Giugno 2022

Di Maurizio Antonini avevamo già parlato su Bikeitalia in questo articolo, raccontando come lui fosse un handbiker alternativo. Poco propenso alle gare e alle competizioni, più attratto dalle lunghe distanze, dall’esplorazione e dai viaggi.

Maurizio lo conosco da una decina d’anni perché svolge un importantissimo ruolo di volontario nella struttura riabilitativa dove lavoro, la Casa di Cura Domus Salutis a Brescia. Settimanalmente si occupa di incontrare i pazienti ricoverati in struttura e di avviarli alla pratica dell’attività sportiva a loro più adatta, in collaborazione con l’associazione Active Sport Disabili, una delle società di sport disabili più importanti d’Italia, con sede a Brescia. Un compito molto delicato per Maurizio, con persone la cui vita è cambiata drasticamente dal giorno alla notte, con le quali instaurare un rapporto di amicizia e fiducia grazie alla sua grande sensibilità ed empatia.

Maurizio Antonini handbike
Maurizio Antonini in handbike

Dopo un periodo non particolarmente fortunato, per una serie di problematiche di salute e una pandemia a complicare il tutto, il grande sogno di Maurizio era rimasto chiuso nel cassetto da troppo tempo e tale sembrava destinato a rimanere. Ma la sua determinazione e perseveranza si sono di nuovo mostrate e, quasi del tutto in sordina, il Viaggio dei sogni è tornato possibile: raggiungere Capo Nord in handbike.

4.000 km in 40 giorni di viaggio

L’idea è quella di percorrere circa 4.000 km in 40 giorni stimati di viaggio, spinto solo dalle braccia sulla sua handbike. Rispetto ai viaggi fatti in passato in totale autonomia, Maurizio avrà una persona che lo accompagnerà per dargli supporto tecnico e morale: l’amica Liliana Bran sarà alla guida di un furgone camperizzato adattato ad una persona disabile, per il trasporto bagagli e per dormire la notte.

Liliana Bran e Maurizio Antonini pronti per la sfida
Liliana Bran e Maurizio Antonini pronti per la sfida

Il furgone che li accompagnerà, messo a disposizione da Active Sport, apparteneva ad Andrea Conti, pluricampione di handbike, morto il 29 settembre 2021 in un incidente stradale, mentre in handbike si allenava per le finali del Giro d’Italia. Un viaggio a Capo Nord quindi anche per ricordare Andrea e sensibilizzare sul tema della sicurezza stradale.

Andrea Conti ritira il Premio Pantheon
Andrea Conti con le Maglie Rosa conquistate al Giro d’Italia in handbike (2015, 2016, 2019)

Partenza da Brescia 23 giugno h 9:30

Maurizio partirà giovedì 23 giugno alle ore 9:30 (appuntamento h 9:00, ndr) da Piazza della Loggia a Brescia, di fronte al palazzo del Comune. Dopo i saluti istituzionali si avvierà verso il Lago di Garda e poi verso nord, sulla ciclabile dell’Adige, in direzione Austria. Per chi vorrà sarà possibile accompagnare in bicicletta per un tratto i primi chilometri di pedalata di Maurizio: un modo per scortarlo e per infondergli entusiasmo ed energie per questa nuova avventura.

Chiunque volesse seguire Maurizio sui social lo può trovare su Facebook ed Instagram, come @missionpossiblehandbike, dove saranno pubblicati gli aggiornamenti di viaggio, per mostrare che la disabilità non deve essere un limite per raggiungere i propri sogni.

Vi aggiorneremo sicuramente anche qui su Bikeitalia sugli sviluppi del viaggio.

CORSO ONLINE

Raggiungi i tuoi obiettivi con Paola Gianotti

Leggi anche: Cicloturismo inclusivo a prova di handbike, trike e carrozzine

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti