Come andare in bici quando fa veramente caldo
MENU

Come andare in bici quando fa veramente caldo

Bikelife, Caldo, Consigli, Salute • di

Pedalare d’estate significa fare i conti con temperature che alle volte possono scoraggiare anche il più motivato dei pedalatori. Ecco qualche consiglio per affrontare al meglio anche la canicola più asfissiante.

Indice
Acclimatarsi
Pianificare
Proteggersi
Bagnarsi
Prendersela comoda
Reidratarsi

Acclimatarsi

Il più grande errore che fanno i ciclisti che affrontano alte temperature è pedalare nel calore senza alcuna preparazione. Chi non si abitua a pedalare a temperature elevate, non otterrà grandi benefici dalla propria attività e aumenterà lo sforzo percepito e la possibilità di infortunii. Meglio quindi pedalare la mattina presto o la sera verso il tramonto, quando è più fresco e utilizzare il resto del tempo per abituarsi al calore attraverso saune o lo yoga “Bikram”.

Pianificare

Per evitare che la bevanda nelle borracce arrivi a temperature vicine all’ebollizione, congelare metà del contenuto di una e tre quarti del contenuto dell’altra borraccia prima di riempirle. Per pedalate lunghe, basta prevedere con largo anticipo dove si può fare nuovamente il pieno di bevande fresche.

Proteggersi

Scottarsi significa molto di più che bruciare la pelle. Una scottatura contribuisce anche ad aumentare il senso di fatica e velocizza il metabolismo. Quest’ultima cosa potrebbe sembrare positiva, ma come risultato aumenta anche il fabbisogno di liquidi che potrebbe essere un problema durante i giorni caldi durante i quali si cerca di mantenere un buon livello di idratazione. Quindi, l’importante è fare tutto quello che occorre per proteggersi dal sole: mai uscire senza crema solare, prediligere abiti con protezione solare e indossare sempre un cappello, anche sotto il casco per proteggersi dal sole.

sunburn

Chris Froome sarebbe sicuramente d’accordo sull’ultimo punto.

Bagnarsi

per quanto possa sembrare una tentazione infilarsi cubetti di ghiaccio nella maglietta, è meglio evitare: il ghiaccio causa il restringimento dei vasi sanguigni portando quindi ad un ulteriore aumento della temperatura corporea. Se la temperatura corporea sale troppo ne possono risentire sia la salute, sia la performance atletica. Piuttosto, meglio versare dell’acqua fresca sul collo e sugli avambracci o tamponarli con un asciugamano fresco e umido.

Prendersela comoda

Quando fa veramente molto caldo, non si può pensare di mantenere lo stesso ritmo e la stessa spinta delle giornate fresche, allentare il passo può essere una buona soluzione e, se fa molto caldo, può essere una buona idea anche ridurre il tempo di riscaldamento.

Reidratarsi

Nei giorni prima di una lunga pedalata è opportuno aumentare il consumo di frutta e verdure che contengono molti liquidi (come anguria e uva). Il sodio aiuta il corpo a trattenere i liquidi che vengono introdotti nel corpo, quindi è meglio scegliere bevande che aiutino a reintegrare gli elettroliti. Bisognerebbe cercare di berne tra i 10 e i 12 millilitri per ogni chilo di di peso corporeo. Inoltre, è importante che la bevanda sia a base di proteine e non di carboidrati: le proteine portano con sé anche i liquidi quando raggiungono i muscoli. Se si sceglie di bere solo acqua dopo una pedalata, meglio associarla con un’alimentazione che unisca carboidrati, proteine e sodio.

caldissimo

Tratto da bicycling.com

4 Risposte a Come andare in bici quando fa veramente caldo

  1. Maurizo ha detto:

    Salve io sono un ciclista provetto prime armi sto cominciando ad usare una bici da super mercato non mi ma bici da strada cosa mi consiglieresti per un futuro. . Graziee

  2. daniele.av ha detto:

    io starei molto attento con il ghiaccio, anzi non lo consiglerei proprio, bersi una sorsata d’acqua che magari è attorno ai 5-6 gradi quando fuori ce ne sono 30 di più potrebbe non essere il massimo, piuttosto meglio fermarsi ad ogni fontanella e riempire ogni volta la borraccia con acqua fresca
    inoltre durante la pedalata è molto importante bere a piccoli sorsi e molto spesso
    infine pianificare anche l’itinerario privilegiando zone ombreggiate (specie in salita) e, se possibile, usare la mountainbike visto che nel bosco la temperatura è sempre più sopportabile

  3. Giovanni ha detto:

    Abito in Salento a 6 km dal mare, una distanza che solitamente ci impiego 20 minuti a percorrerla. Che ne dite, potrei andare in bici anche a farmi qualche bagno?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter


Privacy