Meccanica

Deragliatore anteriore della bici: funzionamento e regolazione

Deragliatore anteriore della bici: funzionamento e regolazione

Il “deragliatore anteriore”: elemento di primaria importanza per impostare la scelta della corona anteriore. Composto da un binario di metallo (detta anche forcella o gabbia) che spinge lateralmente la catena della bici per consentirvi di finalizzare la vostra scelta nell’utilizzo di una corona, piuttosto di un’altra.
Brutalmente serve per passare dalla corona più grande a quella intermedia, fino a quella più piccola (in caso di tripla corona anteriore).

Il deragliatore anteriore non è un elemento che si rompe facilmente ma, in quanto elemento meccanico, è soggetto a logorio. Un lungo utilizzo senza manutenzione o controllo, può causare dei malfunzionamenti. Come uno scambio ferroviario che funziona male, per esempio, un deragliatore non efficace non spinge più la catena ad un corretto utilizzo. Vediamo gli inconvenienti più comuni del deragliatore anteriore e come intervenire.

Indice

Meccanica di Emergenza per Biciclette

Corso Online

Scopri di più

Deragliatore anteriore: blocco della pedalata

State tranquillamente pedalando e decidete di aumentare la velocità, di utilizzare una corona più grande, la mano corre sulla leva del cambio per selezionare il massimo rapporto e la catena ed il pedale si incastrano. Sperando di non essere finiti a terra occorrerà controllare il punto d’incrocio tra il deragliatore, la catena e la corona più grande del cambio.

Deragliatore

Di norma il meccanismo del deragliatore è fissato al telaio da una ghiera e da un bullone.

Deragliatore

Innanzitutto occorre controllare che il binario (forcella o gabbia) del deragliatore sia parallelo alle corone. Pare scontato dirlo ma se la ghiera di fissaggio si è allentata ed il deragliatore è storto rispetto all’asse delle corone, si genera un incrocio pericoloso che può bloccare il funzionamento della catena.

Deragliatore

Quindi occorre ripristinare l’allineamento di binario deragliatore/catena/corone anteriori.

Altro caso, che si verifica con la ghiera di fissaggio allentata, è la possibilità che il meccanismo del deragliatore si sia abbassato. Anche qui esiste una regola, definita di base, essa prevede che la posizione del binario del deragliatore superi l’altezza della corona più grande del vostro cambio anteriore di 1-3 mm. Se il meccanismo del deragliatore si è abbassato, effettuare la cambiata del rapporto provoca un punto d’incastro e blocca la catena e tutto il meccanismo.
Occorre controllare e ripristinare la corretta altezza del meccanismo, per evitare il blocco.
Su alcune bici da corsa il punto di blocco è ad un’altezza già predeterminata da un foro e serve solo il bullone di fissaggio.

Deragliatore

In questi casi, l’allentamento della ghiera non è possibile quindi l’inconveniente può verificarsi solo se il bullone si allenta e si sfila. Qui è tutto il meccanismo che collassa quindi ve ne accorgereste immediatamente.

Meccanica per Bici da Corsa e Gravel

Corso Online

Scopri di più

Rumori di frizionamento o caduta della catena

Capita che un deragliatore non correttamente assestato, risulti essere troppo vicino alla catena provocando uno “sfregamento”. Questo attrito tra catena e forcella del deragliatore è fastidioso, certo non costringe ad una fermata immediata ma non è da sottovalutare. Il continuo attrito tra i due componenti può (alla lunga) provocare la rottura della catena.
Perché il deragliatore non è assestato? Presto detto. Avrete notato che un deragliatore è provvisto di due viti di regolazione.

Deragliatore

Queste due viti corrispondono ai registri di fine corsa per il meccanismo del deragliatore. Uno regola l’arresto della corsa verso la corona interna più piccola (denominato in genere con la lettera L che sta per Low). L’altro regola l’arresto della corsa verso la corona esterna più grande (denominato in genere con la lettera H che sta per High).

Il prolungato utilizzo della bici senza controlli di manutenzione può provocare l’allentamento di queste viti, il che significa anche lo spostamento dei registri dei fine corsa per il deragliatore.
In parole povere, l’asse di registro del deragliatore non correttamente impostato fa la differenza tra una cambiata fluida non rumorosa e l’attrito che sentite.
Che si fa? Si controlla.

Impara la meccanica della bicicletta con il nostro ebook gratuito!

Vuoi imparare a mettere mano alla tua bicicletta? Puoi imparare tutti i rudimenti della meccanica di biciclette grazie al nostro ebook gratuito. Così potrai imparare come regolare il cambio, sostituire la catena usurata, regolare i freni e tutte le manutenzioni base. Puoi farlo grazie al nostro ebook di “Meccanica di bicicletta base”, basta che clicchi sul box qui sotto.

Ed è pure gratis!

Ebook

Meccanica di Bicicletta Base
Scarica Ora

Deragliatore anteriore: regolazione/controllo dell’arresto basso

Deragliatore

Iniziamo prima dall’asse interno più basso denominato con la lettera “L”.
Prima di tutto sarebbe consigliabile posizionare la bici su un supporto rialzato, in modo che la ruota posteriore possa girare liberamente mentre si lavora.
Capovolgere la bici? Si può fare ma è una posizione alquanto scomoda per intervenire sulle viti di regolazione, si troverebbero capovolte anche loro.
A casa propria, con la bici al banco, è più facile e su strada occorre arrangiarsi come si può.

Con la ruota posteriore rialzata, occorre:

  • posizionare il cambio posteriore sul rapporto più morbido (ovvero il pignone più grande);
  • posizionare il cambio anteriore sul rapporto più morbido (ovvero la corona più piccola).
  • Allentare il cavo di fissaggio del deragliatore anteriore

Questa costituisce la posizione del cambio più agile per la pedalata, oltre la quale l’asse non dovrebbe più scendere.
Controllare quindi che l’asse del deragliatore non influisca sulla catena, spingendola ulteriormente verso il basso (internamente).
Se il deragliatore è appoggiato alla catena, provoca quell’attrito che sentite e potrebbe anche spingere la catena ulteriormente verso l’interno… provocandone la caduta.

Per regolare il deragliatore occorre lavorare con un cacciavite sulla vite “L”, stringendo o allentando la vite noterete che il deragliatore si sposta a destra e sinistra.
Se qualche passaggio risulta troppo complicato puoi iscriverti a uno dei nostri corsi di meccanica base per essere seguito personalmente da un meccanico esperto.
Lavorare quindi sulla vite fino a quando il “binario” del deragliatore non sia perfettamente allineato/centrato con la catena e la corona inferiore, considerando come distanza corretta tra 0,5 – 1mm lama interna catena.

Regolazione/controllo dell’arresto alto

Deragliatore

Procediamo quindi con l’asse esterno più alto denominato con la lettera “H”.

Con la ruota posteriore rialzata, occorre:

  • riagganciare il cavo al deragliatore e svitare la vite di registro finché la catena non passa facilmente e correttamente dalla corona più piccola a quella più grande e viceversa;
  • posizionare il cambio posteriore sul rapporto più duro (ovvero il pignone più piccolo);
  • posizionare il cambio anteriore sul rapporto più duro (ovvero la corona più grande).

Questa costituisce la posizione del cambio più impegnativa per la pedalata, oltre la quale l’asse non dovrebbe più salire. Controllare quindi che l’asse del deragliatore non influisca sulla catena, spingendola ulteriormente verso l’alto (esternamente).

Se il deragliatore è appoggiato alla catena, provoca quell’attrito che sentite e potrebbe anche spingere la catena ulteriormente verso l’esterno, provocandone la caduta. Per regolare il deragliatore occorre lavorare con un cacciavite sulla vite “H”, allentando la vite noterete che il deragliatore si sposta verso l’esterno grazie alla tensione del cavo. Lavorare quindi sulla vite fino a quando il “binario” del deragliatore non sia perfettamente allineato/centrato con la catena e la corona superiore (lama esterna-catena tra 0,5 e 1mm). Se la lama esterna fosse troppo distante, procedere avvitando la vite H fino alla corretta distanza.

Attenzione alla precisione ed alla sensibilità, non occorrono grandi movimenti, un mezzo giro di vite fa molta differenza. Non restano che i controlli di rito, alcune cambiate di prova per verificare la scomparsa dei rumori acustici di frizionamento, e visivi per controllare che la catena effettivamente lavori in modo corretto e non se ne vada più a zonzo fuori o dentro gli assi dei rapporti.

La serie “R” di Shimano

Deragliatore anteriore Shimano 105 serie R

Unica eccezione per la regolazione del deragliatore anteriore è costituita dalla serie “R” di Shimano per bici da corsa e gravel che ha una tecnologia particolare al proprio interno definita “Wide Link”: all’interno del parallelogramma è presente una vite (con una testa a brugola da 2mm) che è un link, un perno di supporto, un collegamento in più – oltre la vite di fissaggio –  tra il deragliatore e il telaio.
Questo doppio appoggio, rispetto alla sola vite di fissaggio (classica), permette al deragliatore di essere molto più stabile, molto più preciso e reattivo durante una cambiata.
Shimano con la serie “R” ha voluto applicare alcune caratteristiche dei deragliatori elettronici Di2 all’interno dei deragliatore meccanici.

I comando sinistro della serie “R” si differenzia da tutti gli altri: tendenzialmente sia nel mondo Shimano, sia in Sram e in Campagnolo, è molto probabile trovare il comando dedicato al drop bar che in posizione bassa (low) e in posizione alta (top) di utilizzo abbia dei piccoli “clic” (indicizzazioni parziali) necessari per piccoli spostamenti del deragliatore al fine di poterlo utilizzare anche in situazioni di incrocio (Corona grande – pignone grande, e viceversa)

I comandi della serie “R” prevedono sempre 4 posizioni: quella alta (top) e quella bassa (low) di utilizzo, e 2 posizioni dedicate esclusivamente alle regolazioni – dette “trim”.

Come si regola

  • Comando scarico in posizione Low-Trim
  • Sollevare la copertura della vite di fissaggio
  • Liberare il deragliatore dal cavo (la ghiera sotto la vite di fissaggio si muove a dx e sx)
  • Svito la vite di tensione della ghiera (brugola 2mm)
  • Allentare la vite di fissaggio del deragliatore
  • Svitare con chiave a brugola da 2mm il perno di suporto (support bolt)
  • Svitare il fine corsa L
  • Posizionare la catena sul pignone più grande
  • Posizionare il deragliatore con un’altezza di 1-3 mm tra lama esterna e denti corona grande.
  • La coda del deragliatore deve essere rivolta verso l’interno (verso la ruota posteriore) di 1 mm rispetto al parallelismo. Fissare il deragliatore.
  • Con la vite “L” allineare la lama esterna del deragliatore alla corona più grande
  • Avvitare il support bolt per creare il parallelismo della lama con i denti della corona più grande
  • Fissare il cavo cambio nella sede corretta.
  • Portare il comando cambio in posizione Top-Trim
  • Lavorando sulla vite di tensione della ghiera portare in allineamento le due linee indicate sulla parte posteriore del deragliatore
  • Cominciare a pedalare. Se la catena non sale sulla corona più grande, regolare il fine corsa “H” (avvitare) fino a quando sale la catena.
  • Concludere la regolazione di fino posizionando la lama interna a circa mezzo millimetro dalla catena (agendo sulla vite di fine corsa “H”)
Regolazione deragliatore anteriore Shimano serie R

Impara a regolare il deragliatore anteriore senza problemi!

Se volete imparare a regolare il cambio della bici sotto la supervisione di un istruttore esperto e senza paura di fare danni, dal 2015 Bikeitalia tiene corsi di formazione nella propria scuola di Sesto San Giovanni, la prima scuola di formazione in meccanica ciclistica con una sede fissa. Dalla nostra porta sono passate più di 3500 persone. Per capire se il nostro corso di meccanica base 1 fa per voi, guardate il video:

Articolo aggiornato a Luglio 2024

Commenti

  1. Avatar Vincenzo ha detto:

    Un commento preciso e chiaro.
    Utile per qualsiasi ciclista, a livello amatoriale, con conoscenze di meccanica. Difficoltà superabili
    Grazie
    Un saluto

  2. Avatar greg ha detto:

    ciao, il mio problema: ho una guarnitura 34/50 su bdc, sul cavalletto la cambiata dalla 34 alla 50 è fluida, su strada (il mio peso è di kg 86) spesso, anzi quasi sempre tale cambiata è impossibile, la catena non vuol proprio saperne di salire. Cambiati i fili, cambiate le guaine ma nulla, la cambiata è possibile solo su cavalletto. Aiutoooo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *