Taglia mtb: come trovare il telaio mtb della misura corretta

Parliamo di mtb e di come trovare la taglia mtb giusta per il nostro mezzo con le ruote grasse.

La differenza sostanziale nell’indicazione della taglia di una mtb rispetto alla bici da corsa sta nel fatto che venga espressa in misura anglossassone, ovvero in pollici.

Ciò avviene poiché la mtb è nata negli anni ’70 negli Stati Uniti, dove vige il sistema di misura in pollici. Vediamo ora come fare per scegliere la taglia ideale per la nostra nuova mtb.

Indice
Taglia mtb: differenze con la bici da corsa
L’influenza del diametro ruota sulla taglia
Calcolare la taglia mtb secondo l’altezza
Calcolare la taglia mtb con il metodo matematico
Consigli pratici

Taglia mtb: differenze con la bici da corsa

taglia mtb 2

Oltre al fatto di essere espressa in pollici, la taglia della mtb differisce da quella della bici da corsa per il fatto di essere sempre e solo relativa all’altezza del tubo piantone, misurato partendo dall’asse del movimento centrale. Ciò è dovuto dal fatto che le mtb, come è già stato detto, presentino dei telai con tubo orizzontale inclinato verso il movimento centrale, tecnologia chiamata sloping.

Il triangolo (che di per sé è la figura geometrica più resistente mai creata ed è indeformabile) formato dai tre tubi principali si riduce di area, diventando così ancora più rigido, scattante e resistente. La misura del tubo orizzontale quindi può essere indicata come reale, ovvero l’effettiva lunghezza da centro a centro, o nominale, ovvero presa immaginando che sia parallelo al terreno e incroci con il tubo piantone in un punto immaginario. Questa misura viene denominata orizzontale virtuale.

L’influenza del diametro ruota sulla taglia

Un aspetto che influisce sulla dimensione dei telai è sicuramente il diametro ruota. In figura potete vedere lo schema geometrico di due mtb hardtail da XC del medesimo modello e della stessa taglia costruttiva, proposte in versione 29″ (primo schema) e 27,5″ (o 650b, secondo schema). Notate come alcune misure differeriscano tra loro, pur essendo la stessa bici di taglia pressoché identica? Questo perché, variando il diametro ruota, si dovranno predisporre carri leggermente più lunghi o più corti per adattarli a tale dimensione. E’ una situazione che va sicuramente presa in considerazione quando si acquista un mtb e si sta cercando di capire qual’è la taglia ideale, poiché non è solo un mero fatto estetico, bensì influisce anche sulla posizione e sullo stile di guida.

Una 26″ risulterà comunque più compatta di una 29″ (sempre parlando di modelli e taglie identiche), mentre una 27,5” si piazzerà più o meno a metà, lievemente sbilanciata verso la 29″. Se si è bassi, come me, la 29″ può risultare poco reattiva e non sempre facile da gestire nello stretto, così come si può dare l’apparenza di “pedalare” sul copertone, ovvero di usare uno svettamento sella risicato. Chi scrive è uno dei pochi che ha fatto il percorso inverso di tutti i bikers, cioè essere passato da una 29″ a una 26″, guadagnandone in maneggevolezza.

Calcolare la taglia mtb secondo l’altezza

Le tabelle di conversione dell’altezza del ciclista in taglia (in pollici) della mtb funzionano allo stesso modo di quelle viste per la bici da corsa. Per ogni taglia costruttiva viene proposto un range di altezze idoneo per tale misura.
Nel mio caso, 173cm di altezza, la misura consigliatami è una 16-17″. Proviamo a trovare conferma nel metodo matematico.

Calcolare la taglia con il metodo matematico

misura-telaio-mtb-6


Così come per la bici da corsa, anche nella mtb possiamo applicare una formuletta matematica per trovare la misura del telaio ideale. Per farlo dovete rilevare la misura del vostro cavallo e inserirla nella formula:

Cavallo (cm) x 0.226 = taglia in pollici

Per effettuare la corretta misura dell’altezza del tubo piantone in pollici dovremmo disporre di un metro di tale scala. Si trovano spesso in commercio modelli che riportano sia la scala metrica che quella anglosassone ma per semplificare le cose trasformiamo i pollici nel sistema metrico decimale, moltiplicando il tutto per 2.54:

18″ x 2.54 = 45,5cm

Quindi la taglia giusta per la mia mtb è una 18″, verificabile metro alla mano con un’altezza del tubo piantone di 45.5cm. Notato niente? Esatto, è 1 taglia più grande di quella consigliatami dalla tabella del costruttore.

Consigli pratici

taglia mtb 1


Oltre ai diametri ruota, il setup di una mtb cambia a seconda della disciplina. Una mtb da XC avrà sicuramente geometrie più compatte e nervose di una da Freeride, perché nell’Xc conta la reattività, la massima trazione, la miglior trasmissione di potenza, mentre nel Freeride è più importante la resistenza alle sollecitazione e l’efficienza in discesa. Questo si traduce in differenze di misura tra un modello e l’altro.

Ad esempio la mia mtb, una front da XC puro, è una taglia 20″, ovvero la misura successiva a quella suggeritami dal calcolo e addirittura 2 rispetto alla tabella indicativa. Ciò è dovuto al fatto che questa bici è molto nervosa e compatta e una taglia 18″, al momento della messa in sella, mi è parsa troppo ristretta e mi dava l’impressione di stare eretto, poiché mi sentivo arretrato con la schiena e dovevo pedalare con un reggisella troppo esteso, che è pericoloso e può rompersi. Per questo ho scelto una taglia superiore che, adattata con un attacco manubrio più piccolo, mi ha permesso di ottenere una posizione in sella più avanzata mantenendo comunque una generale sensazione di confort.

Quindi il consiglio è di non entrare in panico per la scelta della taglia (chi scrive ha passato due settimane a controllare misura per misura tutti i telai presenti sul sito internet del costruttore e a verificarli con il metodo matematico, un incubo), bensì di calcolare la vostra misura ideale ma di fare comunque e sempre una prova in sella dal negoziante, perché “spippolare” con la calcolatrice su numeri asettici non è minimamente paragonabile alle sensazioni ricevute salendo fisicamente sulla bici.

Negli articoli di seguito è sviluppato il calcolo effettivo della taglia della bici anche per bici da corsa e bici da viaggio.

Vi ricordo che per trovare al meglio la propria posizione ci si deve rivolgere a un biomeccanico professionista (laureato in scienze motorie o fisioterapia), che abbia soprattutto competenze anatomiche e che conosca come si muova il corpo sulla bici. Un errore è dare troppo peso alla nomea del biomeccanico o al software che utilizza, senza andare a valutare invece le reali competenze tecniche.

Corso Online – Meccanica per MTB

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.799
Acquista
Meccanica Base 1
199
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti